Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

La moviola di CalcioAtalanta – Chiesa stramazza, il Var non può correggere Doveri

Il contatto da rigore Hateboer-Chiesa da regolamento c’è: l’olandese sfiora la gamba al bianconero. Il Var, in questo caso, non interviene. Errori arbitrali numerosi

Da regolamento esiste un contatto fra il piede sinistro di Hans Hateboer e la gamba destra di Federico Chiesa nell’episodio del rigore per la Juventus, poi parato da Pierluigi Gollini a Cristiano Ronaldo. Sta all’arbitro, nella fattispecie il romano (volterrano di nascita) Daniele Doveri, giudicare se è da penalty o meno, senza che il Var possa correggere il tiro. Da qui a sostenere che quella situazione valesse la massima punizione ce ne corre, anche perché il bianconero non cade subito. Da propendere per l’errore arbitrale, dunque, che non è certo rimasto isolato.

DOVERI E GLI ALTRI, QUANTI ERRORI. Al 13′ l’assistente Fabiano Preti si mangia la bandierina sull’ormai famoso tacco spalle alla porta di Alvaro Morata sganciato nella convinzione, forse, che l’eventuale gol gli sarebbe stato annullato proprio al Var. L’intera azione, poi proseguita con Ronaldo e Djimsiti al contrasto sul passaggio di ritorno del portoghese, è chiaramente viziata dall’offside di partenza dello spagnolo sul filtrante di McKennie.

DOVERI PERDONA IL CUTI E DE ROON. Se è per questo, comunque, anche l’Atalanta ha giovato della vista corta (o troppo lunga, a seconda dei casi) del fischietto capitolino, che concede a Cristian Romero due entrate da dietro su tre sullo stesso attaccante madridista, la prima nel primo tempo quando perdona anche De Ligt su Matteo Pessina, ammonendolo soltanto alla seconda. I tacchetti sulla caviglia Marten de Roon-Juan Cuadrado al 7′ della ripresa, invece, varrebbero il rosso. Qui c’è da chiedersi se al Var ci fosse davvero qualcuno… Massimiliano Irrati e Daniele Bindoni, se c’eravate battete pure un colpo.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche