Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Candeline nerazzurre per…capitan Stromberg!

Lo svedese è stato un calciatore di tattica e qualità, capitano e il simbolo dell’Atalanta per otto stagioni

Non ha mai rinunciato ai colori nerazzurri in quegli otto anni, fra il 1984 e il 1992, perché Glenn Peter Strömberg aveva messo le radici e il cuore nella sua Bergamo. Un centrocampista di tattica e qualità che ‘Marisa’ non voleva farsi chiamare e si sbarazzò di quel nomignolo a suon di gol: 18 reti in 219 apparizioni con la maglia nerazzurra, cui ne vanno aggiunte diverse in Coppa Italia e in campo europeo.

Memorabili le sue partite in Coppa delle Coppe nella stagione 1987-1988, l’unica in Serie B per lui ma la più emozionante, e quel gol sbagliato davanti alla porta che costrinse la Dea a fermarsi in semifinale contro i belgi del Malines: era il 20 aprile 1988 e i nerazzurri di Mondonico sfiorarono una storica finale. Nel 1985 è stato nominato ‘Calciatore svedese dell’anno’, vincendo il Guldbollen.

A distanza di tanti anni dal suo ritiro, nel 2012 la Curva Nord in occasione dell’ultimo match casalingo fece una bellissima coreografia in cui erano state esibite sette bandiere con i sette nomi dei capitani storici dell’Atalanta e tra questi c’era anche Glenn Stromberg.

Tutti ricordano commossi il saluto di quel 27 maggio 1992, quando il capitano, a soli 32 anni, calcò per l’ultima volta il Comunale tra gli applausi increduli dei tifosi bergamaschi. Oggi ne sono passati 29 e qualcuno accosta quello svedese, protagonista di un calcio di altri tempi, al ‘nuovo’ Kulusevski e al ‘vecchio’ Ibrahimovic. Ma di Glenn Peter Stromberg ce ne è solo uno ed è quello che oggi compie 61 anni, portati benissimo dall’ex numero 7 dalla bionda chioma.

Appassionato di tennistavolo e commentatore in varie emittenti televisive, tra cui Sveriges Television, segue sempre da vicino e analizza nel dettaglio le imprese europee dell’Atalanta. Domani la sua Dea cercherà di dedicargli una bella vittoria il giorno dell’Epifania contro il Parma. Come fece un anno fa, con una cinquina pazzesca.

 

83 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

83 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News