Resta in contatto

News

Maehle, il prossimo esterno che l’Atalanta vuole trasformare in fenomeno

Dopo Conti, Spinazzola e Castagne (poi ceduti), Hateboer e Gosens rimasti in rosa, Gasperini è chiamato a valorizzare anche il danese appena arrivato a Bergamo

Se c’è un merito che deve essere assolutamente riconosciuto a Gian Piero Gasperini è quello di saper trasformare, molto spesso, giocatori apparentemente normali in autentici crack, soprattutto quando poi si tratta di cederli a cifre molto più alte rispetto a quelle d’acquisto. Il tecnico di Grugliasco sembra essersi specializzato soprattutto sugli esterni. La lista dei calciatori valorizzati dal gioco del Gasp e poi venduti alle varie big p lunga: Andrea Conti e Leonardo Spinazzola, finiti rispettivamente al Milan e alla Roma, sono stati i primi; Han Hateboer e Robin Gosens sono sul taccuino di diversi club, mentre Timothy Castagne è già stato inserito nelle voce plusvalenze dopo la cessione al Leicester.

L’Atalanta punta forte su Maehle

Dopo i passaggi a vuoto rappresentati da Fabio Depaoli, Johan Mojica e Cristiano Piccini, il prossimo talento da valorizzare è quello di Joakim Maehle. Il belga ha già avuto modo di provare cos significa il calcio italiano (tra l’altro sfiorando il gol al debutto contro il Parma) e domani, contro il Cagliari, nel match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia, potrebbe fare il suo esordio da titolare. Come riporta la Gazzetta dello Sport, l’ex Genk ha fatto una buona impressione a mister Gasperini che ne apprezza le qualità e la duttilità. Maehle è stato pagato oltre 10 milioni e per questo viene considerato un investimento per il futuro anche in considerazione della sua età (23 anni) e degli ampi margini di crescita che ha mostrato.

 

 

 

 

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 giorni fa

A proposito..chi ha preso il Genk per sostituirlo ???? Sarà il prossimo per la Dea 😉

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 giorni fa

Ci sono stati gli Spinazzola, Conti, Castagne, Hateboar e Gosens, ma anche i Reca, Cyborra, Mojica, Piccini e De Paoli.

Daniele
Daniele
1 giorno fa

Poi Arana, Ali Adnan e un’altra paio che non ricordo.
Ma Reca non era male

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Non e'stato un quaraqquaca come tanti giocatori al giorno d'oggi Grande"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Magrin, l'ho conosciuto di persona e incontrato per caso un paio di volte nel 2001 al di fuori del "campo" persona seria e umile, mi ha colpito il..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Ogni sera mi addormentavo pensando la tattica e soprattutto la formazione che avrebbe mandato in campo, e devo dire che alla fine, ho imparato a..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News