Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

ESCLUSIVA – Primavera, Giuseppe Carrà passa alla Spal

L’attaccante siciliano passa alla Spal in prestito

La Primavera di Massimo Brambilla si avvicina alla gara di Supercoppa in programma domani e, nel mentre, saluta un elemento facente parte del gruppo fino alle ultime ore. L’attaccante Giuseppe Carrà, nonostante un buon apporto dato alla causa nelle gare finora giocate, dovrebbe infatti firmare nelle prossime ore con la Spal, sorpresa del campionato di massimo livello Under 19 nel corso di questo primo scorcio di stagione. Già domani dovrebbe essere a Ferrara per vidimare l’accordo che lo renderà un nuovo calciatore di mister Giuseppe Scurto, motivo che non gli consentirà quindi di essere a disposizione per la sfida che metterà in palio il primo titolo del 2021 a livello giovanile.

Secondo quanto appreso in esclusiva dalla nostra redazione il jolly offensivo siracusano dovrebbe trasferirsi nella Città delle Biciclette con la formula del prestito, con annessa l’opzione di poter strappare una conferma in vista del 2021/22 nelle vesti di fuoriquota. La sua avventura nerazzurra va verso i titoli di coda, lascia in eredità un bilancio di 6 reti e 8 assist messi a referto in 36 gare di campionato.

DUE ANNI CON DISCRETI RISULTATI- Il ragazzo era giunto circa due anni fa dal Cesena in Under 17, con 8 presenze collezionate da gennaio a maggio e il rammarico di non essere riuscito a scendere in campo nelle sfide dei playoff Scudetto nemmeno per un minuto. Ottimo il rendimento dello scorso anno in U18 in tandem con Reda (oggi al Sassuolo), che gli ha consentito di guadagnarsi una conferma nella massima categoria giovanile. Il suo ricordo più bello a Zingonia e dintorni resterà probabilmente quello dell’autogol propiziato in Atalanta-Juventus dello scorso 20 settembre, con la bella incursione a convergere verso il centro che propiziò il momentaneo vantaggio della Dea, poi raggiunta da Da Graca nel finale. La grande concorrenza nel ruolo e una nuova stimolante possibilità di mettersi in mostra hanno però aperto le porte al cambio di casacca, complice anche il fatto che i biancazzurri erano alla ricerca di un profilo importante nel ruolo.

SOSTITUTO? NO L’esplosione del gioiello senegalese Seck, ormai fisso in prima squadra con Marino, aveva infatti suggerito l’acquisto di un profilo in grado di diventare il titolare del tridente sulla corsia di sinistra. Da capire se l’Atalanta interverrà a sua volta sul mercato dopo questa uscita, anche se l’abbondanza di calciatori e la possibilità di poter pescare anche dall’Under 18 potrebbero far venire meno questo scenario. Considerando infatti anche i tanti classe 2003 che si allenano quasi quotidianamente con Brambilla il gruppo supera spesso, tenendo conto anche dei lungodegenti Christophe Renault e Derbali, quota 30 elementi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Esclusive