Resta in contatto

News

Papu, l’incognita che seppe diventare protagonista

Forse in pochi se lo ricordano, ma l’approdo a Bergamo del Papu Gomez fu davvero in sordina. Con Colantuono niente rose e fiori. Poi si prese la Dea da protagonista

In sordina, con un’incognita sul presente e sul prossimo futuro, cercando di essere di nuovo protagonista. Il dorso di Bergamo del Corriere della Sera vede analogie tra il primissimo approdo all’Atalanta del Papu Gomez e la sua partenza martedì all’ora di pranzo alla volta di Siviglia.

PAPU, DA INCOGNITA A PROTAGONISTA. Quello che sarebbe diventato l’alfiere del nuovo corso nerazzurro targato Gian Piero Gasperini, strappato dai Percassi e dall’allora direttore generale Pierpaolo Marino alla guerra civile ucraina a settembre 2014 quand’era ancora un tesserato del Metalist Kharkiv, all’inizio a causa di una condizione approssimativa e delle incomprensioni con Stefano Colantuono sembrava la controfigura dell’aletta tutto pepe ammirata al Catania.

IL PAPU AL CENTRO DEL VILLAGGIO. L’argentino, rimarca ancora il Corsera bergamasco, è stato al centro del villaggio fino a un paio di mesi fa, prima dei noti dissidi con allenatore e proprietà. Punta pura, poi tuttocampista e jolly, sempre a disposizione e in campo anche mezzo infortunato. La piccola slavina del Mitdjylland, col primo e unico gran rifiuto al Gasp, s’è trasformata in valanga. Adios, chiosa il quotidiano cittadin0.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Avete però bucato la notizia sul video di addio del Papu. Ne son venuto a conoscenza dalla stampa nazionale. E’ già molto ex….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il Papu è patrimonio di Bergamo e dei bergamaschi per sempre nella storia della Dea

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Basta Gomez ormai e’ un ex

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Grande giocatore MA I CAPITANI SONO ALTRA COSA

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Mondo e stato e rimarrà iln.1 un fenomeno"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Era un piacere vederlo giocare poi persona umile un Bergamasco vero !!!!!"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Uno spettacolo...."
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Grande Magrin... Insieme a Gigi De Agostini, i miri preferiti in quella juve anni '90"
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "eri aFitenze quando vincemmo 1 a0 con un suo goal evl’Atalanya di allora non vinceva mai a Firenze max goduria in auto al rientro passando per la..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News