Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Sondaggio e Muro del Tifoso – Tremila fuori dallo stadio in Champions: diritto legittimo o follia in epoca Covid?

Nonostante l’appello di ATS Bergamo, tremila tifosi dell’Atalanta hanno voluto accompagnare la squadra allo stadio nel mercoledì di Champions col Real. Giusto o no?

Premessa necessaria: viviamo in un’epoca estrema, con una pandemia in corso, che richiede misure straordinarie. Premessa-bis: se esistono delle regole, è giusto che le si rispettino. Premessa-ter: per farle rispettare, visto che l’istinto spesso prevale sulla ragione, esistono le autorità dello Stato e anche le forze dell’ordine, che per definizione hanno il monopolio della forza pubblica. Nessuna misura è stata messa in atto, ieri sera, per disperdere o anche solo dissuadere i tremila tifosi dell’Atalanta assiepatisi lungo il viale Giulio Cesare e oltre per salutare e accompagnare la squadra allo stadio in occasione della partita-festa contro il Real Madrid valida per l’ottavo di finale di andata di Champions League.

I TREMILA IN CHAMPIONS: DIRITTO O RISCHIO COVID? Le voci di condanna dell’atteggiamento degli “assembrati” (qualcuno ha misurato il distanziamento e contato le mascherine?) non sono mancate nemmeno tra lo stesso pubblico di aficionados nerazzurri. In stragrande maggioranza rimasto a casa a vedersi il match dalla tv, come richiesto nella lettera-appello comparsa la mattina di mercoledì 24 stesso su L’Eco di Bergamo a firma di Massimo Giupponi, direttore generale dell’Agenzia per la Tutela della Salute della Provincia di Bergamo. In moltissimi hanno puntato il dito contro un comportamento definito irresponsabile.

I TREMILA: DI TROPPO, O HANNO RAGIONE? Posto che dopo un anno dal primo morto di Coronavirus in Bergamasca usare i tifosi come capro espiatorio suona un po’ stucchevole, considerando poi che si era all’aria aperta e in centro lungo l’intera giornata sul Sentierone e in piazza Pontida ci sarà stato il quadruplo della gente vista nell’isolato dello stadio, comodamente assisa al bar senza mascherina (sono le regole), quei tifosi hanno espresso il mero diritto alla socialità oppure hanno messo a rischio la salute di tutti? Diteci la vostra, flaggando una delle quattro risposte al nostro quesito. E commentate pure, rispettando il diritto altrui alla libera e argomentata opinione.

Questa votazione è terminata (da 4 mesi).

Folla di tifosi prima di Atalanta-Real Madrid: esercizio di un diritto, o assembramento pericoloso?

I tifosi dell'Atalanta hanno messo in atto comportamenti a rischio della salute di tutti, compresi i familiari rimasti a casa.
48.57%
I tifosi dell'Atalanta hanno esercitato i propri diritti costituzionali, tra l'altro in orario antecedente il coprifuoco: casomai sarebbe toccato alle autorità di pubblica sicurezza intervenire per far rispettare le regole.
24.29%
I tifosi dell'Atalanta hanno esercitato il legittimo diritto alla socialità, senza commettere alcuna imprudenza né mancare al rispetto delle regole.
17.14%
I tifosi dell'Atalanta avrebbero dovuto mantenere almeno il distanziamento per evitare possibili conseguenze sul piano sanitario.
10.00%
30 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
30 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Potevamo dimostrare di essere i migliori nel rispetto delle regole che tanto millantaiamo da lombardi.
Abbiamo dimostrato di non essere diversi dagli altri.
L’italiano interpreta la regola non la rispetta.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

E mo basta perché non parlano.degli assembramenti di domenica a milano.x inter milan che era peggio???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Da tifoso della DEA si poteva evitare qualcosa penso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Ci sono tante cose che non vanno bene x il problema che ce’ con tutto il rispetto della salute si sta dando colpa x 2 ore hai tifosi del atalanta… io vado al sabato e alla domenica in citta pero in via XX settembre non vado perché ce troppa gente neppure in citta alta poi ero a casa il giorno della coppa

Cocco 187
Cocco 187
5 mesi fa

La forza pubblica (lo dite voi) era assente.
E trovo inutile che per chiedere di non fare assembramenti ci si faccia intervistare dall’eco di bergamo. Per quanto questo giornale abbia un seguito di tifosi, la maggior parte di loro trova indicazioni su come comportarsi tramite facebook o altri siti social. È su questi social che andava fatto l appello a non intervenire .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

SEMPLICE FOLLIA !!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Non erano 3000 giornalisti siete dei ??come il sindaco gori leccapiedide??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Perché il sindaco non ha emesso una chiusura delle strade intorno allo stadio ? passaggio solo per i residenti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Sarà anche follia ma questa è vita, siamo talmente terrorizzati che siamo già morti.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

È stato giusto. Poi ognuno si prende le sue responsabilità ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Follia…come follia sono le vie di città alta e via XX il sabato pomeriggio e la domenica, però li pare vada bene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Follia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

C’è pure la responsabilità dei governi che in piena pandemia hanno permesso il normale svolgimento del calcio professionistico, senza pensare a chi lavorava negli stadi, prima del virus; quei pochi soldi che guadagnavano non ci sono…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Follia soprattutto dopo quello che hanno passato i bergamaschi!

Vale
Vale
5 mesi fa

Scusate chiedo…ma perché dei tifosi all’aperto con mascherina devono essere più pericolosi da chi si ammassa in centri commerciali al chiuso ? La gente comincia a non capire queste assurde discrepanze

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Sbagliato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Avrei voluto, ma no !!!! Manca a tutti ma non è giusto, si poteva mettere lo striscione e fare cose alternative

Cocco 187
Cocco 187
5 mesi fa

La prossima partita importante è meglio tappezzare viale giulio cesare con venti o trenta striscioni a sostegno della dea piuttosto che fare assembramenti che poi tra 10 giorni qualcuno finisce che prende il covid

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

È una bufala…non c’era affatto tutta questa gente !! ..chi ha visto Bergamo TV prepartita può dirlo !!..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Non riesco a criticare chi ha voglia di tornare a vivere…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Totale follia! Nessun rispetto per i morti di Bergamo. Anche io vorrei, come sempre, stare vicino alla squadra, ma va capito il momento.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Legittimissimo esserci…. Non c’è nessuna legge che lo vieta…. Mascherina ok, coprifuoco alle 22….il resto sono balle….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Sondaggio semplicemente ridicolo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Mi spiace dirlo, ma in questo momento storico è stata una FOLLIA…… Forza Dea sempre ????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Ma state scherzando?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

dai 3000…..?

Davide
Davide
5 mesi fa

Per una partita, per quanto importante, si potrebbero evitare cose del genere. C’è da dire però che all’aperto se si tiene la mascherina il rischio di infezione è molto basso. I problemi sono nei locali, dove le persone stanno in spazi ristretti per diverso tempo senza adeguato ricambio d’aria:
https://www.bolognatoday.it/cronaca/video-coronavirus-diffusione-aria.html

Atalantinho
Atalantinho
5 mesi fa

diritto legittimo. L’unica follia è avere la campagna vaccinazione praticamente ferma e non aver fatto nulla per potenziare la sanità italiana nell’ultimo anno. Siamo nelle mani di incapaci totali

Antonio
Antonio
5 mesi fa
Reply to  Atalantinho

La campagna di vaccinazione non è una scusa buona è come se ti giustifichi per andare a 200 all’ora dicendo e ma dovevate mettere gli autovelox.

Frank
Frank
5 mesi fa
Reply to  Atalantinho

Ottima risposta………per non dire eccellente…….Frank Semenzi

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Ho avuto il piacere di averlo avuto prima come compagno poi come mister a fine carriera nell'OLBIA serie C. Che dire li capì fino in fondo il..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Io ragazzino delle giovanili ..lui già capitano della prima squadra...ma due matti da legare...bei tempi!!!"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Incontrato casualmente il giorno di Atalanta Shakhtar Donestsk (era il 1 ottobre 2019) stavo nei paraggi di casa mia e stavo per dirigermi verso..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Era tifoso Viola"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Io ho la sua maglia. È stato un esempio per tutti, ama la nostra ATALANTA e per questo merita tutto il nostro affetto. Grande Gianpaolo....."

Altro da Il muro del Tifoso