Resta in contatto

Approfondimenti

L’avversaria: presentiamo il Crotone, alla prima di mister Cosmi

Il capocannoniere è Simy (7 gol), che però ha perso il posto in squadra

Salvarsi sarà difficilissimo, soprattutto ora che il Cagliari potrebbe trovare nuova linfa e vitalità per via del cambio di allenatore appena sopraggiunto. Il Crotone, però, ha il dovere di provarci finchè la matematica gliene darà la possibilità, oltre al fatto che per alcuni calciatori ogni partita sarà un’occasione per mettersi in mostra agli occhi di direttori sportivi e osservatori. In queste righe proviamo a presentarvi al meglio l’organico a disposizione di mister Cosmi, oggi alla prima sulla panchina dei pitagorici.

PORTIERI  Il guardiano della porta è Alex Cordaz, capitano e giocatore che da più tempo milita nella formazione rossoblù, con cui ha centrato due storiche promozioni. Vero e proprio totem anche per la tifoseria, è affiancato da Festa e Crespi nel lavoro quotidiano con il preparatore dei portieri Antonio Macrì, confermato nello staff anche dopo il cambio in panchina.

DIFENSORI  Con Stroppa la linea difensiva era schierata a 3, ma il nuovo corso potrebbe portare in dote delle novità. La coppia centrale potrebbe, in tal caso, essere formata dal duo Golemic-Magallán, tandem che sembra garantire la miglior dose di affidabilità possibile rispetto alle altre soluzioni preventivabili. Sulle corsia di destra il titolare è il portoghese Pereira, che non ha mai saltato una gara finora, il tutto nonostante la concorrenza di un buon mestierante del ruolo come Rispoli. A sinistra piena fiducia a Arkadiusz Reca, che ha sempre mostrato picchi di rendimento molto alti nel corso della stagione. Portato in Italia proprio dall’Atalanta due anni e mezzo fa dalla Polonia, ha dimostrato di poter dire ampiamente la sua in Serie A, anche se forse gli standard richiesti oggi dal contesto nerazzurro sono leggermente superiori al bagaglio del pomerano. Altri elementi importanti nel roster arretrato sono Luperto e Marrone, calciatori con un passato in big del calibro di Napoli e Juve che forse non hanno mantenuto appieno le promesse esistenti sul loro conto. Completa i quadri il prodotto del vivaio Giuseppe Cuomo, classe ’98 che aveva collezionato 21 gettoni nel 2019/20 tra i cadetti.

CENTROCAMPISTI  Reparto sempre schierato a 3 nelle intenzioni di Stroppa sia in A che in B, dovrebbe proseguire su questa falsariga anche con il tecnico di Ponte San Giovanni. Il regista sulla carta avrebbe dovuto essere l’ex Cigarini, che però da novembre in avanti non ha più visto il campo per problemi fisici e non sarà a disposizione nemmeno domani per alcuni guai al ginocchio. Conosce bene Zingonia anche Salvatore Molina, quest’anno traslato a mezzala e quasi insostituibile nelle intenzioni dell’allenatore, vedremo se varrà lo stesso per l’Uomo del Fiume. Entrambi non saranno però presenti a Bergamo. Giocatori importanti per il Crotone sono anche Benali, l’Under 21 azzurro Zanellato e Milos Vulic, arrivato in estate dalla Stella Rossa, con cui ha vinto anche due titoli negli anni.

ATTACCANTI  Gli elementi di maggiore qualità, da un punto di vista strettamente tecnico, sono Messias e l’ex Napoli Adam Ounas, giunto a gennaio dal Cagliari e subito entrato al meglio nei meccanismi di gioco della squadra. Le punte centrali sono invece il capocannoniere Simy (7 gol) e Di Carmine, che dopo essere giunto nel mercato di gennaio è riuscito a togliere il posto allo stesso attaccante nigeriano. Il gol, però, deve ancora arrivare…

ALLENATORE  A Serse Cosmi il massimo campionato mancava addirittura da 9 anni, quando sedeva sulla panchina del Siena. Fare bene in questo finale di stagione potrebbe essere una nuova grande sfida in una carriera che lo ha visto togliersi soddisfazioni importanti, in primis la storica avventura con l’Udinese ai gironi di Champions League.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Approfondimenti