Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Borussia Dortmund ai quarti di Champions (a scapito del Papu)

Finisce agli ottavi di ritorno, pur con un buon contributo personale al tentativo di rimonta, l’avventura del Papu sivigliano in Champions

Il Papu Gomez subentra in corsa e ci mette il lancio per il rigore che la riapre parzialmente, due gol di En-Nesyri a pareggiare quelli del mostro Erling Haaland illudono il Siviglia che sul campo del Borussia Dortmund acciuffa un 2-2 in rimonta in extremis comunque inutile ai fini della qualificazione ai quarti di finale di Champions League. Avanti i gialloneri, vittoriosi all’andata per 3-2.

DORTMUND BATTE SIVIGLIA E PAPU. Haaland, a segno a 6′ dall’intervallo su assolo di Reus dalla sinistra, bissa dal dischetto dopo una serie pazzesca di verifiche del Var: prima (4′) si vede annullare il raddoppio per il contatto con Fernando sul dai e vai con Hazard, quindi ripete con successo il rigore accordato per una precedente trattenuta di Loundé proprio sul norvegese e paratogli da un Bounou mossosi prima della battuta. Passano più di quattro giri di lancetta tra un episodio a catena e l’altro, col portiere marocchino che aveva pure salvato sulla ribattuta. Al 23′ la new entry Papu Gomez scodella per De Jong, colpito alle spalle da Emre Can: En-Nesyri realizza il penalty con l’aiuto della faccia sotto della traversa. Al sesto di recupero il doppiettista andaluso incorna il pari sul 2, comunque inutile ai fini della qualificazione, su lancio di Rakitic.

BORUSSIA DORTMUND (4-3-3): Hitz; Morey (50′ st Meunier), Emre Can, Hummels, Schulz (43′ st Zagadou); Dahoud, Delaney, Bellingham; Hazard T. (21′ st Passlack), Haaland, Reus. A disp.:1 Bürki, 40 Drljaca, 18 Moukoko, 19 Brandt, 20 Reinier, 26 Piszczek, 27 Tigges, 36 Knauff, 37 Raschl. All.: Terzic.
SIVIGLIA (4-3-3): Bono; Jesus Navas, Koundé, Diego Carlos, Acuna; Jordan (16′ st Gomez), Fernando (41′ st Rakitic), Oscar Rodriguez (34′ st Oliver Torres); Suso (41′ st Munir), En-Nesyri, Ocampos (16′ st De Jong). A disp.: 1 Vaclík, 33 Pastor, 3 Sergi Gómez, 4 Rekik, 6 Gudelj, 18 Escudero, 36 Romero. All.: Lopetegui.
Arbitro: Cakir (Turchia).
RETI: 36′ pt e 9′ st (rig.) Haaland (B), 23′ (rig.) e 51′ st En-Nesyri (S).
Note: ammoniti Morey, Acuna, Koundé, Haaland, Can, Oscar Rodriguez, Fernando, Diego Carlos. Corner 1-8, recupero 1′ e 7′.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News