Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Scamacca, doppietta-salvezza: il Genoa inguaia il Parma

Scamacca

Nell’anticipo della nona giornata di ritorno la doppietta in rimonta del bomber di riserva consente al Genoa di stendere il Parma sempre penultimo

Si scrive Gianluca Scamacca, si legge salvezza virtuale del Genoa. Anche se mancano dieci partite al gong, i 31 punti (appaiato temporaneamente il Bologna) a più 9 sul Cagliari terzultimo grazie alla doppietta imbracciata dal lungo centravanti romano, subentrato all’intervallo, sono pietre miliari sul cammino della permanenza di una categoria che sta invece sempre più sfuggendo al Parma. A ruota dal sorprendente successo sulla Roma, i biancoscudati dopo l’anticipo del venerdì sera della nona giornata di ritorno del campionato di serie A restano a 19 in penultima posizione sprecando anche diverse chances almeno per strappare il pareggio.

PARMA AVANTI: ILLUSIONE SALVEZZA. Splendido l’illusorio vantaggio in rovesciata di Graziano Pellè, bravo a controllare spalle alla porta sfruttando la sponda area di Kucka al 16′ dopo l’apertura da sinistra di Pezzella. Non certo l’unica occasione in un primo tempo pimpante in cui il Grifone gioca di rimessa. Al decimo Man rientra sul sinistro senza sorprendere Perin, al 31′ la svettata centrale di Jasmin Kurtic a correzione della punizione di Brugman. Botta e risposta sempre in gioco aereo tra 41′ e 44′, ma a mira sbagliata: ci provano Destro su traversone del prestito atalantino Lennart Czyborra e Bani sul calcio franco del suo regista.

RIPRESA: SCAMACCA, GENOA DA SALVEZZA. In avvio di ripresa lo slovacco, assistman per il “cinese” di ritorno, sbaglia incredibilmente l’ascensore chiamatogli dal centrosinistra dallo sloveno ex nerazzurro. La dura legge del gol premia il lunghissimo ariete rossoblù a titolo temporaneo dal Sassuolo, che al 5′ tramuta nel pari  dall’area piccola il pallone di Destro da mancina controcrossato dall’altro ex Dea Davide Zappacosta, protagonista del la da sinistra dell’azione decisiva poco oltre metà frazione quando la rifinitura per la botta da fuori (dritta nell’angoletto a sinistra di Sepe) del ’99 tocca a Pjaca di tacco. Per i ducali, scarico di Karamoh al 9′ per Kucka che imbocca il portiere dei liguri, poi a cronometro raddoppiato l’ivoriano se la allunga troppo in inserimento favorendo il recupero e la parata dello stesso Perina, bravo anche sul destro secco di Brugman al ventesimo su assist dell’apripista dello score. Al 36′ il cross di Busi per fronte bozzuta di Man bloccato a terra.

Parma – Genoa 1-2 (1-0)
PARMA (4-3-3): Sepe; Conti, Osorio, Bani (71′ Gagliolo), Pezzella (79′ Busi); Kucka, Brugman (79′ Hernani), Kurtic (79′ Zirkzee); Man, Pellé, Karamoh (64′ Mihaila). All.: D’Aversa.
GENOA (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman (68′ Biraschi), Badelj, Zajc (45′ st Rovella), Czyborra (46′ Pjaca); Destro (64′ Behrami), Shomurodov (46′ Scamacca). All.: Ballardini.
Arbitro: Doveri di Roma.
RETI: 16′ pt Pellé (P), 5′ e 24′ st Scamacca (G).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News