Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Toloi e Pessina, nerazzurri in Azzurro: “Grazie Gasp e Percassi”

Un ringraziamento al loro tecnico, al presidente, ai compagni e alle rispettive famiglie: Rafael Toloi e Matteo Pessina raggianti per la convocazione in Azzurro

Rafael Toloi al battesimo del fuoco col Club Italia, Matteo Pessina alla seconda convocazione dopo l’amichevole da poker a Firenze con l’Estonia l’11 novembre scorso. Entrambi hanno confidato la loro gioia ai canali ufficiali dell’Atalanta. Ringraziando, nell’ordine, la Famiglia Percassi, l’allenatore Gian Piero Gasperini, i compagni di squadra in nerazzurro e le rispettive famiglie.

TOLOI IN AZZURRO. “Sono molto felice. È davvero un sogno”, l’esordio del difensore italobrasiliano sul sito ufficiale del club. “Ho la nazionalità italiana da più di dieci anni, ma solo un paio di mesi fa la FIFA ha dato l’autorizzazione a poter essere convocato per l’Italia. Ho giocato 200 partite con la maglia dell’Atalanta e la duecentesima è stata in Champions League contro il Real Madrid – prosegue l’oriundo brasiliano -. Devo ringraziare il Presidente Percassi e suo figlio Luca che mi hanno sempre fatto sentire la loro presenza, mister Gasperini che mi ha fatto diventare un giocatore più forte ed i miei compagni di squadra. Un grazie speciale alla mia famiglia e agli amici. So che la responsabilità è grande, ma, come sempre, darò il massimo”.

PESSINA E I NERAZZURRI IN AZZURRO. Gioia anche dal centrocampista brianzolo. “Sono molto contento. Questa convocazione credo sia il frutto del lavoro e dell’impegno. Sin da quando ero piccolo lavoravo per raggiungere questi traguardi, giocare in Champions League e vestire la maglia della Nazionale – le sue parole -. Anche quando mi sono infortunato al ginocchio non ho mai mollato. Devo ringraziare i miei genitori, sono stati i primi a scrivermi e a farmi i complimenti. Chi ha creduto in me è stata anche la famiglia Percassi, quest’estate lo ha dimostrato una volta di più e di questo non posso che ringraziare sia il Presidente che suo figlio Luca. Ed un grazie va a mister Gasperini che mi ha fatto crescere ed ai miei compagni che mi hanno aiutato ad inserirmi in una squadra già rodata”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News