Resta in contatto

Approfondimenti

Gasperini, un mister sopra le righe. Antidoping: niente complotto di palazzo

Atalanta

Il tecnico nerazzurro, deferito al Tribunale Nazionale Antidoping per aver ritardato un test il 7 febbraio, si conferma un personaggio sopra le righe. Nessuno gridi al complotto

La Lazio per il barbatrucco dei tamponi solo multata, i nerazzurri teoricamente privati del loro allenatore nella fase cruciale della stagione. Pardon, quella conclusiva. Adesso dietrologie e parallelismi si sprecheranno fino a fine pena mai. Gian Piero Gasperini, colpevole – vox populi – di essere il tecnico, anzi l’artefice dell’Atalanta dei miracoli, per la questionaccia sporca e cattiva dell’antidoping, rischia di brutto di saltare le ultime tre di campionato con Benevento, Genoa e Milan con la Juventus di mezzo tra penultima e ultima di A nella finalissima di Coppa Italia. Tutto per essersi confermato il solito personaggio anticonvenzionale, sopra le righe, senza peli sulla lingua, geloso della propria creatura e disposto ad alzare la voce pur di difenderla. Un uomo di campo che paga le reazioni istintive tipiche del suo essere. Anzi, potrebbe pagare, nel caso. Nessuno si senta autorizzato per questo a gridare al complotto del palazzo. Ci sarebbe comunque il fido vice Tullio Gritti, uno che a detta del suo capo ormai s’intende al volo con lui anche senza parlargli.

GASPERINI E L’ANTIDOPING. Padrone assoluto della scena al Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia, il Gasp, ma lo si è saputo soltanto ieri nel primo pomeriggio dal comunicato della NADA, l’organizzazione nazionale antidoping dipendente dalla WADA, il 7 febbraio scorso non avrebbe usato giri di parole per manifestare la propria contrarietà ai metodi dell’ispettore di turno, costringendolo di fatto a ultimare gli esami a uno dei quattro giocatori nerazzurri al termine dell’allenamento. Robin Gosens il nome svelato da L’Eco di Bergamo (che scrive pure di ispettore a bordocampo), ma il fatto è che si poteva e si può svolgere l’esame dopo la sessione sul campo: niente “mancata collaborazione” (articolo 3 comma 2), solo – si fa per dire – “condotta offensiva” (3.3) Conoscendo l’uomo in panchina, non avrà semplicemente tollerato di vedersi rovinare il programma da un controllo a sorpresa evidentemente percepito come ostile. Non solo da lui, ma a giudicare da quel che si legge sul web, a botti consumati, anche gran parte della tifoseria. Che vede come fumo negli occhi questa famigerata udienza del 10 maggio, davanti al presidente del Tribunale Nazionale Antidoping Adele Rando, figlia del rifiuto gasperiniano del patteggiamento a 10 giorni di sospensione proposto dal procuratore Pierfilippo Laviani. Perché così tardi, ci si chiede? Perché proprio adesso, con tutto il tempo che c’era? Se l’è chiesto anche l’onorevole-supertifoso Daniele Belotti, memoria storica della Curva Nord.

GASPERINI, LE REGOLE E IL PALAZZO. Dura lex sed lex, dicevano i progenitori. Fatica o meno del tedesco a riempire la provetta in un tempo solo anziché due. L’ispettore a bordocampo poteva starci. Convinto delle proprie ragioni, anche se non sarebbe certo stato un delitto ritardare di un amen l’inizio della preparazione alla semifinale di ritorno del trofeo nazionale col Napoli prevista il 10 di quel mese, il profeta del nuovo corso del calcio made in Bergamo come gli capita spesso non l’ha mandata a dire. Sarà che squadra e condottiero erano all’indomani del 3-3 casalingo beccato in rimonta dal Torino il giorno prima, un sabato, e quindi vagamente sull’orlo dei nervi. Una sortita domenicale dell’autorità deputata al controllo di sangue e urina sarà stata un po’ sgradevole e sgradita. Patteggiando Gasperini avrebbe evitato la richiesta del doppio della pena, durante la quale non potrebbe nemmeno dirigere le sessioni in sede. Articolo 3 comma 3: la richiesta di 20 giorni è ragionevole, il massimo previsto è sei mesi.

GASPERINI E LA VOLATA FINALE. Ma è lui stesso ad affermare a ogni piè sospinto che i suoi ormai vanno col pilota automatico. L’ha detto recentemente riguardo ai motorini Marten de Roon e Remo Freuler. L’aveva detto di Luis Muriel, messosi trequartista in inferiorità numerica per lasciare il solo Duvan Zapata davanti regalando compattezza ed equilibrio. Proprio l’ingrediente che ci vuole per giudicare fatti che non si conoscono, perché riportati e basta. Lasciamo che la giustizia faccia il suo corso. E lasciamo il vittimismo e il complottismo ai perdenti. Che la corsa al secondo posto e al secondo trofeo da mettersi in bacheca nella storia prosegua senza cedimenti.

42 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
42 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Lo avevano preso con le mani nella marmellata e ha fatto casino per intorbidire le acque… che l’Atalanta, una squadra che corre ininterrottamente da quasi 4 anni sia intonsa lo possono credere solo i bergamaschi, e manco tutti… prima o poi lo pizzicano…

Piusma
Piusma
3 mesi fa

Quanto sei inutile, parli solo perché hai la bocca. Solo luoghi comuni . Brutta l’ invidia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Sono anni che piangete. Per qualsiasi cosa, complottismo ovunque.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Non è vero i Bergamaschi è gente per bene concreta e umile, Gasperini non rispecchia le caratteristiche di chi lavora con orgoglio e umiltà!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Grandeeeee gasp e grande dea

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Se non si ha niente da nascondere che problema c’è ?

Enrico
Enrico
3 mesi fa

infatti non c’è nessun problema, i 4 giocatori e Gosens in particolare, che era quello che stava finendo il test di allenamento, sono risultati negativi come sempre.
ormai lo sanno anche i sassi che gasperini è fumantino in queste cose, ha visto leso il diritto a terminare l’allenamento ( perchè è un diritto, caro il mio dietrologo di sta cippa) e si è inalberato.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

???????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Grande Gasperini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Be ovvio che diamo fastidio, pensiamo ai debiti di juve, milan, napoli, roma, pensate se non entrano in champions…
Quando le squadre non sanno amministrarsi dovrebbero fallire non essere aiutate.
Cmq sempre forza gasp.
Un generale trasparente.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Purtroppo qui a Bergamo chineranno la testa e subiremo senza dire A….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Per spegnere il tutto , non basta un bravo avvocato che fa rinviare l’udienza di 1 mese , arrivando a fine campionato ?????????????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

È la purissima verità la DEA da fastidio alle grandi squadre ( grandi si fa per dire) per un discorso economico sempre grande dea e grande Gasperini??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

POVERI ILLUSI HANNO ASPETTATO PROPRIO ADESSO CHE C’E IN BALLO IL 4 POSTO E LA FINALE DI COPPA

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Sempre con il GASP

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Lasciamo alla giustizia sportiva svolgere il suo compito… Ma secondo voi, esiste una giustizia sportiva? ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Vergogna

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

GAsperini è come Noi Bergamaschi , buoni ma … quando ci girano !!! Grande Gasp.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Le polemiche vanno smorzate non alimentate !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Il dubbio resta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Sono d’accordo, no al vittimismo, anche perché abbiamo i mezzi per guardare avanti nonostante qualche contrattempo, ma neanche tollerare chi si fa le regole da solo come qualche presidente…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Mi piacerebbe conoscere quanti altri controlli a sorpresa sono stati fatti ad altre squadre e se sono stati fatti, mi piacerebbe conoscere, come sono stati fatti. Sarebbe un utile risposta per non avere sospetti e dubbi. Schwazer e Pantani di dubbi ne hanno lasciati tanti.

Val
Val
3 mesi fa

Ma se su Tuttosport e su il napolista dicono che pare proprio una manovra per danneggiare la dea nella colata finale !? Qui invece di gridare allo scandalo fate i lecchini del sistema??? Vergogna! È chiaro a tutti cosa sta succedendo

Vale
Vale
3 mesi fa

Consiglio di passare a scrivere per calciojuve o calciobrescia…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Che schifo ! sempre peggio intrallazzi .A chi da fastidio l’ Atalanta !?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Quattro giocatori sono stati controllati e sono risultati tutti negativi. Basta così. Il resto è politica

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Lotito, de Laurenti, agnelli….. Tre nomi da galera…. In un paese normale

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Grande mister…. Rispetto e hai fatto bene a non accettare il patteggiamento….. ????

Diego Zanchi
Diego Zanchi
3 mesi fa

A Simone svegliati chissà perche questa settimana alla vigilia della partita con la Juve un fatto avvenuto a febbraio? Hanno cosi paura che la Juve possa non andare in Champions? SONO RIDICOLI!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Nessun vittimismo,se ha ragione giustamente non patteggia si và fino in fondo,sempre più carattere Bergamasco,crapa dura ??

Cocco 187
Cocco 187
3 mesi fa

Niente complottismo?????
Invece è proprio solo complottismo. Perché l ispettore incaricato del doping e i suoi superiori che l hanno inviato a Zingonia ritenevano normale intervenire durante un allenamento della dea e invece
Non vanno mai a rompere le scatole durante gli allenamenti della juve del napoli della lazio della roma dell inter del milan etc?
Perché vogliono innervosire l Atalanta nell ultima parte del campionato
A favore di una delle squadre citate.
È complotto ai danni della atalanta altro che storie

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Gasp a vita ??????♥️

Piusma
Piusma
3 mesi fa

Che gli si ritorca tutto contro, i nostri giocatori saranno ancora più stimolati e giocheranno con più rabbia e determinazione.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Tra l’altro se Gasperini avesse accettato il patteggiamento….avrebbe potuto tranquillamente scontare i 10 giorni di sospensione durante il ” fermo” per le nazionali.
Se va fino in fondo al giudizio è evidente che SA DI AVER RAGIONE

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Già, nessun complotto, certo, certo.
Il rispetto deve essere reciproco, anche quello de regolamento.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

#iostoconatalantaegasperini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Vittimismo no ma neanche passare per scemi !!!!!!!! Non venite a dirmi che non vi siano manovre strane perché, proprio, non ci credo. Giù le mani dalla DEA ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Niente complotto e va bene. Ma la tempistica puzza alquanto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Vengono fatti trattamenti diversi a seconda del colore delle squadre..basterebbe chiedere agli squadroni se fanno gli antidoping mentre fanno gli allenamenti..ho forti dubbi..la DEA da fastidio..a tanti. Bravo Gasp..hai fatto bene ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Niente complotto, allora perché la notizia non è uscita 2 mesi fa? Esce ora alla vigilia di due gare fondamentali per la corsa Champions. Ma va benissimo così perché ste cose ci caricano ancora di più, fanno pena, le provano tutte per destabilizzarci

Atalantinho
Atalantinho
3 mesi fa

per me anche tutto questo si concluderà al massimo con una multa;
COMUNQUE GRANDE GASP!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Io lo amo il Gasp??

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Ho avuto il piacere di averlo avuto prima come compagno poi come mister a fine carriera nell'OLBIA serie C. Che dire li capì fino in fondo il..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Io ragazzino delle giovanili ..lui già capitano della prima squadra...ma due matti da legare...bei tempi!!!"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Incontrato casualmente il giorno di Atalanta Shakhtar Donestsk (era il 1 ottobre 2019) stavo nei paraggi di casa mia e stavo per dirigermi verso..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Era tifoso Viola"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Io ho la sua maglia. È stato un esempio per tutti, ama la nostra ATALANTA e per questo merita tutto il nostro affetto. Grande Gianpaolo....."

Altro da Approfondimenti