Resta in contatto

News

Champions o Coppa Italia, cosa lasciare alla Juve

Nessuna delle due, l’Atalanta proverà a conquistarle entrambe per blasone e introiti, ma questo punto della storia conta più il prestigio o la cassa?

Il tecnico Gian Piero Gasperini su questo è irremovibile: firmerebbe per la Champions, per la terza volta, a discapito della Coppa persa già nella finale contro la Lazio nel 2019. Per l’allenatore nerazzurro, soldi e blasone arrivano principalmente dall’Europa più bella, ma per molti bergamaschi sarebbe molto più prestigioso fare spazio a un trofeo che manca dal 1963.

I PRO E I CONTRO. Come analizza L’Eco di Bergamo, sicuramente per il prestigio di alcune sfide e per i vantaggi economici, l’Atalanta si riconfermerebbe su alti livelli rimanendo ancora in Champions: gli incassi con i risultati degli ultimi anni sono di circa 4,5 volte superiori dato che un anno in Champions vale 55 milioni, la stagione in Europa League ha portato 12,3 milioni. Ma dopo quest’Atalanta-Juve ci saranno comunque altre 7 partite da giocare per decidere i primi 4 posti in graduatoria e molti nerazzurri sarebbero forse ancora più orgogliosi di un’Atalanta il 23 maggio 5a in classifica ma reduce dalla vittoria della Coppa Italia.

82 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
82 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News