Resta in contatto

News

Superlega, Grassani: “Esclusione degli scissionisti? Ipotesi fondata”

Con il nuovo progetto fra privati, si aprono ricorsi e battaglie legali, ma l’espulsione dei club coinvolti  è un’ipotesi fondata e possibile

Al di là delle minacce e delle parole a caldo, in molti si stanno chiedendo che cosa la Federcalcio potrebbe veramente fare nei confronti di Juventus, Milan e Inter, i club di Serie A che hanno preso parte alla Superlega. Per rispondere alla domanda La Gazzetta dello Sport si è rivolta a Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo anche in campo internazionale, che ha analizzato i possibili scenari per fare chiarezza: “Come membro dell’Uefa, la Federcalcio potrebbe assumere provvedimenti o essere “invitata” a farlo”.

I RUOLI NEL SISTEMA. “Uno dei capisaldi dell’ordinamento sportivo, nazionale e internazionale, è costituito dalla auto-organizzazione, oltre che dall’auto-normazione e dall’auto-giurisdizione. In sostanza, Fifa e Uefa, così come la Federcalcio, sono associazioni di diritto  privato, che gestiscono le competizioni e, più in generale, tutta l’attività del calcio organizzato (ad esempio il calciomercato e le relative transazioni economiche, gli arbitri, le regole del gioco). I club sono società sportive che possono esercitare attività imprenditoriale nelle forme ritenute più opportune per conseguire l’oggetto sociale, ovviamente assumendosi le relative responsabilità e sopportando le conseguenze derivanti dall’appartenenza all’ordinamento sportivo”.

NESSUN REATO, MA…Certamente la costituzione della Superlega non si profila come reato, ma è vero che i club sono appartenenti ad associazioni di diritto privato e si sono impegnati a rispettarne le relative regole, sottoscrivendo atti di affiliazione e relativi regolamenti. L’ipotesi dell’esclusione
dei club “scissionisti” dalle competizioni organizzate da Fifa, Uefa e Figc, così come dei calciatori dalle manifestazioni riservate alle rappresentative nazionali, mi sembra comprensibile e fondata”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News