Resta in contatto

Approfondimenti

Gosens mostruoso in ambo le fasi, e arriva la doppia cifra

Il tedesco ha fatto registrare anche una grande chiusura difensiva ai danni di Defrel

Ogni tanto, disse una volta Massimiliano Allegri, i calciatori, al pari dei cavali nel contesto ippico, vanno mandati al prato per riposare un po’. Forse Robin Gosens non ne aveva nemmeno troppo bisogno, ma il turno di riposo scontato per squalifica otto giorni fa ha ulteriormente contribuito a tirare a lucido il tedesco in vista del più impegnativo match giocato ieri al Mapei Stadium.

L’ex Heracles Almelo ha infatti messo in mostra una prova di altissimo livello ieri, nonostante il dirimpettaio Muldur non abbia, nel complesso, demeritato. A aiutare il cursore nerazzurro, sicuramente, è stato anche il ritorno all’assetto difensivo a 3, che gli consente sostanzialmente di calpestare le zolle della metà campo avversarie per la maggior parte del tempo, anche per via della mentalità votata all’attacco in dote al suo allenatore. Una visione che ha sicuramente supportato anche gli eccezionali standard realizzativi del numero 8 nerazzurro, che in due stagioni ha toccato addirittura quota 22 reti. Numeri impensabili per un esterno, seppur con spiccata attitudine all’attacco dell’area di rigore.

Ieri, però, Gosens ha mostrato anche un’eccellente applicazione nella fase di non possesso, facendo registrare anche un bellissimo e risolutivo intervento su Defrel. Un segnale ulteriormente dimostrativo dei grandi miglioramenti effettuati dal ragazzo a tutto tondo, che potranno consentirgli anche di svolgere senza problemi il compito di esterno della difesa a 4, come già dimostrato anche in Nazionale e nelle ultime occasioni con la sua Atalanta. Un aspetto che sicuramente si saranno appuntati anche tanti operatori di mercato. Questo, però, almeno al momento, all’Atalanta non può e non deve interessare. Gli obiettivi ancora da raggiungere sono troppo ghiotti e importanti per poter ascoltare altri discorsi…

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Grande Robin

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "DI MARINO MAGRIN RICORDERO SEMPRE IL GOOL AL 89 VESIMO MINUTO SU PUNIZIONE FOGLIA MORTA AL MILAN A BERGAMO 1 .0.E TUTTI A CASA"

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Perché GASPERINI secondo te è un pagliaccio? Tu che lo insulti penso che non sei da meno perciò prima di offendere pensaci 50 volte"
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il più forte tecnico e che era matto come un cav Allo un mito"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Un grande giocatore di altri tempi forse svuotato dal campo"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "cuore nerazzurro"
Advertisement

Altro da Approfondimenti