Resta in contatto

Settore Giovanile

Rosa toglie le spine, Renault sfreccia sul Cagliari: Primavera da urlo

Un gol per finale di tempo e la Primavera dell’Atalanta passa, anche rischiando grosso, sul campo del Cagliari: tris di fila lungo la strada verso i playoff

Rosa toglie la prima spina sottomisura, approfittando dello schema dalla bandierina destra con Kobacki a correggere la traiettoria di Ghislandi per l’appoggio sotto la traversa del vantaggio. Renault, il gemello sano, Guillaume, s’accentra tagliando sul la di Cortinovis, lanciato da Gyabuaa, per superare l’ultimo ostacolo d’esterno. I due flash decisivi della Primavera dell’Atalanta per accecare il Cagliari padrone di casa alla Sardegna Arena. Ma alle due prodezze nella porta altrui per il bottino pieno corsaro (tris consecutivo dopo Torino e Bologna) della settima di ritorno, rispettivamente al 37′ del primo tempo e al 40′ del secondo, va citato il miracolo di Dajcar a un paio di corsette cronometriche dal bis per alzare la saracinesca sul bomber locale Contini, smarcato solo davanti a lui dallo scavetto di Desogus al culmine dell’apertura da destra di Lisandru Tramoni. Mercoledì prossimo alle 11 il recupero di Empoli della diciottesima, mentre tra due lunedì il Sassuolo sale a Zingonia: erano le due squadre a 31 con la Baby Dea alla vigilia, per un conteso sesto posto.

UNA ROSA SENZA SPINE. Tre istantanee che fotografano il ritrovato cinismo da big dei bicampioni d’Italia in carica. Il centravanti tattico di Tivoli è stato lesto (sinistro da un passo davanti al secondo palo) a mettere il naso avanti sul secondo tiro in porta dei nerazzurrini, a ruota di Sidibe, sul la del terzino osiense accentratosi nell’occasione e fermatosi solo davanti al tuffo in corner di Ciocci. Proprio l’ivoriano s’era dovuto alzare dalla panca al quarto d’ora per ovviare all’infortunio alla spalla sinistra di Oliveri, contrastato da Iovu e rialzatosi solo per uscire dal campo. Del siciliano la primissima doppia chance, all’ottavo, imboccatagli da Gyabuaa dopo un recupero in caduta di Cortinovis: Cusumano gli respinge il sinistro, il tap-in destro si allarga. La sfida s’accende oltre la mezzora: Luvumbu (31′) alza il sinistro quasi dal fondo alzato sul contrasto dell’osiense (passaggio di Masala), e Giovane (33′ e 36′) non trova la mira da fuori. Poi il rompighiaccio del capitolino.

RIPRESA: CAGLIARI VOLITIVO, MA RENAULT LO ARROTA. Al rientro dal tunnel ancora il centravanti rossoblù non spaventa il portiere sloveno girandosi in equilibrio precario sulla prima pallonessa a pelo d’erba di Lisandru Tramoni. Una chance per parte sprecata tra 4′ e 7′: l’unico marcatore nerazzurro a campi invertiti (1-2), anziché incrociare di mancino, sceglie il destro per chiudere il triangolo largo col polacco fallendo il raddoppio e infine il fratello maggiore corso, Matteo, apre il diagonale all’ingrato e impreciso Michelotti. Cortinovis, sempre imbeccato dal centrocampista d’ebano, viene fermato in angolo dal portiere avversario dopo aver cercato l’angoletto a giro (12′). Alla mezzora Contini gabba Scalvini scaricando però il destro in curva, disturbato dal ritorno di Sidibe. Il resto è cronaca consegnata alla premessa.

CAGLIARI-ATALANTA 0-2, IL TABELLINO. Cagliari – Atalanta 0-2 (0-1)
CAGLIARI (4-3-3): Ciocci 6; Iovu 6, Boccia 6, Cusumano 6,5 (39′ st Sangowski sv), Michelotti 6; Kouda 6 (1′ st Desogus 6,5), B. Conti Jr. (cap.) 6,5, Delpupo 6,5 (18′ st Cavuoti 6); Masala 5,5 (1′ st L. Tramoni 6,5), Luvumbo 5 (12′ st Contini 6,5), M. Tramoni 6. A disp.: Fusco, Palomba, Spanu, Piga, Zallu, Schirru, Piroddi. All.: Alessandro Agostini 6.
ATALANTA (4-3-3): Dajcar 7; Ghislandi 7, Cittadini 6,5, Scalvini 6,5, Ceresoli 6; Gyabuaa 7, Giovane 6,5 (23′ st G. Renault 6,5), Cortinovis (cap.) 7; Kobacki 7 (41′ st Scanagatta sv), Rosa 6,5 (23′ st Italeng 5,5), Oliveri 6,5 (15′ pt Sidibe 6,5). A disp.: Sassi, Grassi, Berto, Panada, De Nipoti. All.: Massimo Brambilla 6,5.
Arbitro: Petrella di Viterbo 6,5 (Pressato e Cerilli di Latina).
RETI: 37′ pt Rosa (A), 40′ st G. Renault (A).
Note: ammoniti Giovane e Cittadini per gioco scorretto. Tiri totali 11-11, nello specchio 3-4, respinti/deviati 4-2, parati 3-2. Corner 6-2, recupero 3′ e 4′.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
ak82
ak82
2 mesi fa

Buoni i 3 punti, ma come si fa a scrivere primavera da urlo quando ha giocato una partita modesta contro un avversario spuntato ? Ha giocato decisamente meglio in altre partite. Dai per favore un po’ di giornalismo serio !

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Ho avuto il piacere di averlo avuto prima come compagno poi come mister a fine carriera nell'OLBIA serie C. Che dire li capì fino in fondo il..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Io ragazzino delle giovanili ..lui già capitano della prima squadra...ma due matti da legare...bei tempi!!!"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Incontrato casualmente il giorno di Atalanta Shakhtar Donestsk (era il 1 ottobre 2019) stavo nei paraggi di casa mia e stavo per dirigermi verso..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Era tifoso Viola"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Io ho la sua maglia. È stato un esempio per tutti, ama la nostra ATALANTA e per questo merita tutto il nostro affetto. Grande Gianpaolo....."

Altro da Settore Giovanile