Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Romero? Conterà tanto la posizione del giocatore”

Gasperini

Le dichiarazioni di Gian Piero Gasperini al termine di Atalanta-Pordenone, amichevole vinta 2-1 dai nerazzurri grazie alle reti di Piccoli e Kovalenko

Parla Gian Piero Gasperini, in conferenza stampa, per commentare Atalanta-Pordenone.

Preparazione. “Iniziamo lunedì (ride, ndr). La prima settimana eravamo pochini, ma è stato un modo per rivedere i ragazzi che sono in orbita Atalanta, che ci hanno dato disponibilità, ci hanno aiutati negli allenamenti. Nella seconda settimana è andata bene, il numero è iniziato a crescere e da lunedì ci saremo un po’ tutti. Ripartiamo insieme, con gruppi di lavoro diversi, per pareggiare tutti in tre settimane”.

Acciacchi. “Ce n’è qualcuno. Malinovskyi è a buon punti, ha anticipato i tempi di recupero, spero che già da questa settimana possa toccare la palla. Potrebbe rientrare prima del previsto, ma sicuramente non ci sarà contro il West Ham. Per quanto riguarda Hateboer, al momento è un punto interrogativo, ha ricominciato a correre. Secondo alcuni medici ha recuperato, ma dobbiamo andare avanti anche un po’ con le sue sensazioni”.

Mercato. “Romero non l’ho ancora visto. Credo conterà molto anche la sua posizione, poi c’è la trattativa tra i club. Se va via? Intanto è ancora qua, quando e se andrà si faranno le dovute valutazioni. Pezzella e Lovato sono due profili italiani che completano la nostra rosa. Poi abbiamo Scalvini, Delprato, Da Riva, Colley e Piccoli, che può rimanere. Ma anche gli altri: possiamo allargare agli elementi del settore giovanile, che qui è ottimo. Numericamente siamo a posto”.

Musso. “Arriva un portiere che ha fatto bene, un ruolo fondamentale che potrà darci un valore aggiunto”.

Tifosi. “Sembravano più di mille, ma questo non dipende da noi. Speriamo di rivederne tanti sugli spalti, è un altro spettacolo”.

Kovalenko. “È guarito, vediamo. Come numero di stranieri ci può anche stare, Sutalo ha invece bisogno di giocare”.

Ilicic. “Vediamo. A fine stagione ha manifestato la voglia di provare nuove emozioni e fare nuove esperienze. Ha fatto la preparazione in modo straordinario, è la prima volta che lo vedo con qualche chilo in più, segno di ottima salute, non ha mai saltato un allenamento, non ha mai imprecato su niente, si sta preparando perché ha voglia di trovare una squadra che gli dia la possibilità di fare qualcosa di importante. Rispetto la sua volontà. Sta lavorando bene, c’è un mese di mercato, l’intenzione è quella. Vediamo cosa succede, io lo vedo motivato”.

Lovato. “È un giocatore che ha fatto la preparazione con il Verona, aveva già giocato tre amichevoli, quindi oggi ho pensato di farlo giocare. È un ragazzo di prospettiva sul quale la società ha investito molto. Teoricamente con lui siamo a posto, se va lui a sostituire Romero non abbiamo bisogno di nulla”

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News