Resta in contatto

Approfondimenti

Caldara riparte da Venezia: obiettivo ritrovare fiducia e minuti

Lukaku

A 27 anni proverà a chiudere al meglio il proprio percorso professionale, che sembrava destinato a ben altri livelli

Da stamani è ufficiale: Mattia Caldara giocherà tra le fila del Venezia nel corso della prossima stagione. Il centrale di Scanzorosciate è passato in Laguna con la formula del prestito con diritto di riscatto, nella speranza di poter ritrovare fiducia e minuti alla corte del giovane tecnico Paolo Zanetti. I presupposti ci sono tutti, visto che il reparto dovrebbe essere completato da tre elementi che non hanno mai conosciuto il campionato di Serie A: Ceccaroni, capitan Modolo e l’austriaco Svoboda. Se starà bene, quindi, il posto da titolare sarà suo con buone probabilità.

La scelta di andare in una neopromossa, a livello pratico, è probabilmente riferita anche e soprattutto a quello: ritrovare centralità in un progetto tecnico, sentirsi un calciatore importante. Le ultime tre stagioni, purtroppo, sono state una sorta di calvario per Mattia, che dopo l’importante esborso versato per lui dalla Juventus sembrava pronto per spiccare definitivamente il volo anche a livello internazionale. Non è stato così, anche per via dell’immediata scelta bianconera di coinvolgerlo nell’affare relativo al ritorno di Bonucci a Torino e, soprattutto, per via di due gravissimi problemi fisici accusati nel corso dei primi mesi milanesi. Dinamiche che gli hanno impedito di imporsi in squadra, senza addirittura mai scendere in campo in gare di campionato nel corso dell’anno e mezzo trascorso sotto la Madonnina. Mai una chance, nonostante i concorrenti per un posto a fianco di Romagnoli (Leo Duarte e Musacchio) non fossero esattamente due fulmini di guerra.

IL RITORNO A ZINGONIA  Si pensava che l’aria di Zingonia, che frequenta e conosce sin da bambino, avrebbe potuto rivitalizzarlo, e probabilmente lo stesso Gasperini era il primo a sperarlo, visto che era stato lui a renderlo un calciatore di alto livello nel primo suo interperiodo nerazzurro. A un certo momento del post-lockdown, nel corso del mini-campionato estivo disputato a giugno e luglio, peraltro, la missione sembrava non così impossibile, con buone prestazioni disputate anche contro Inter e Psg.

Così, purtroppo, non è stato, visto che il suo minutaggio nell’ultimo campionato è stato addirittura pari alla metà di quello concesso a Šutalo. Dati che forniscono un quadro assai cupo: era ormai diventato la sesta scelta in difesa, alle spalle dei tre titolari, Palomino e lo stesso giovane croato. Uno scenario che ha reso impossibile qualsiasi discorso relativo a un eventuale riscatto, pattuito attorno ai 16 milioni un anno e mezzo fa. Gli obiettivi e il livello dell’Atalanta attuale, per fortuna o purtroppo, non consentono di ragionare su un’eventuale scommessa di questo tipo. Nemmeno se si parla di un ragazzo d’oro, benvoluto da tutti nell’ambiente, e bergamasco doc, che avrebbe fatto comodo per la questione liste. A lui, però, non si può cha augurare ogni bene. In bocca al lupo, Mattia!

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "CAUSA INSISTENZA CON BOGA E ZAPATA TITOLARI MA FUORI FORMA E INGUARDABILI . BOGA DA VENDERE NOCIVO PER IL NOSTRO GIOCO. RIGUARDATEVI LE PARTITE CON..."
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da Approfondimenti