Resta in contatto

Approfondimenti

Difensiva al massimo e senza costruzione bassa: scopriamo la Salernitana

La Salernitana deve ancora trovare il primo punto del proprio campionato

Dopo il buon pareggio di Vila-real l‘Atalanta è pronta a rituffarsi nel campionato, visto che sabato sera sarà di scena all’Arechi di Salerno per uno degli anticipi del quarto turno. Avversaria sarà la formazione allenata da Fabrizio Castori, neopromossa e tornata sul massimo palcoscenico del calcio nazionale dopo ben 23 anni di distanza.

UN CALCIO…FUORI MODA  La peculiarità principale della Salernitana è quella di un calcio non propriamente in linea con i canoni del calcio di oggi, fatto di posizioni ibiride, pressioni alte e costruzione del gioco che coinvolge anche il reparto arretrato. La formazione granata usa infatti un calcio basato soprattutto sul lancio lungo a innescare le proprie punte e un’aggressività molto marcata sulle seconde palle, che vedono soprattutto i centrocampisti molto reattivi nella zona nevralgica. Da capire, però, se nel corso delle prossime settimane saranno presentati cambiamenti di spartito. Giocare in Serie A con questo sistema, soprattutto se non si dispone di una rosa di primissimo livello, può infatti portare anche a molte difficoltà, visto che le neopromosse più brillanti che si ricordano negli ultimi anni, anche a livello di risultati, hanno sempre fatto registrare un’impostazione di gioco brillante e votata all’attacco. La presenza di tre elementi importanti nel reparto offensivo (Bonazzoli, Ribery e Simy), inoltre, potrebbe imporre qualche riflessione a livello di cambiamento del sistema di gioco, soprattutto se il campione francese dovesse presto trovare una condizione fisica di primo livello.

DIFESA SOTTO OSSERVAZIONE  Nonostante l’arrivo di Riccardo Gagliolo dal Parma, calciatore che ha da tempo superato le 100 gare in Serie A, nelle ultime ore di mercato, sembra abbastanza evidente la mancanza di calciatori “di categoria” nel reparto arretrato. I numeri, in tal senso, sono finora stati abbastanza impietosi: già 10 sono, infatti, le reti subite. L’Atalanta, in tal senso, spera di poter vedere i numeri difensivi dei campani ancora in ribasso in coincidenza con il prossimo turno…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Approfondimenti