Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Zampagna: “Ho un rapporto speciale con Bergamo, stasera Atalanta favorita”

Zampagna

20 reti in 54 presenze a Bergamo per lui, tra Serie A e B

Tra i doppi ex di Atalanta e Sassuolo c’è Riccardo Zampagna, a Bergamo per una stagione e mezza e ancora oggi molto amato dai tifosi nerazzurri. Lo sottolinea lui stesso a La Gazzetta dello Sport nell’intervista ad hoc dedicata alla sfida di stasera, ricordando un curioso aneddoto: “Ho un rapporto speciale con tifoseria e città. Nel 2009, quando ero al Sassuolo, giocai a Bergamo contro l’Albinoleffe. I tifosi della Dea stopparono il nostro bus al casello dell’autostrada. Volevano salutarmi. Lo fecero con striscioni, cori e fuochi d’artificio”.

PRONOSTICO  “L’Atalanta parte come favorita. Sulla carta ha qualcosa in più del Sassuolo. Anche se, tra casa e trasferta, con gli emiliani ha sempre fatto fatica. Prima erano due meteore, ora sono due vere e proprie realtà: la Dea lo è in Europa, il Sassuolo in Serie A”.

LE FILOSOFIE DI GIOCO  “Sarà una gara spettacolare e divertente. Sia Gasperini che Dionisi giocano un calcio propositivo: la loro filosofia è quella di provare a vincere tutte la partite. Non riesco ad immaginarmi due squadre accorte che sfrutteranno il solo contropiede: domani sera Atalanta e Sassuolo non si snatureranno”.

I FATTORI DECISIVI  “Si deciderà nell’uno contro uno. La differenza la faranno i primi venti minuti. La chiave la vedo nel duello tra l’attacco del Sassuolo e la difesa dell’Atalanta, che gioca alta e marca ad uomo”

I CALCIATORI NERAZZURRI PREFERITI “Dura fare nomi. La forza è nel collettivo. Zapata? Ci paragonano da anni. Sono stato un bel toro, ma lui è più bravo di me nell’uno contro uno e nella ricerca della profondità. Qualche punto forse me lo prendo nel gioco acrobatico. Un altro che mi piace nella Dea è Freuler: vero combattente, non si tira mai indietro”.

OBIETTIVI “È ancora troppo presto per fare bilanci: sarà il campo a parlare. Mi sembra che queste due squadre, anche se vendono i loro pezzi pregiati, sono poi brave a rendere conosciuti nomi sconosciuti. Per me il Sassuolo può puntare tranquillamente all’Europa League. L’Atalanta non deve porsi limiti. Può fare tutto. Questi sono gli anni giusti per vincere qualcosa di importante: bisogna sfruttare l’occasione per portare un trofeo a Bergamo”.

 

 

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News