Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Scalvini ottimo con l’U19, ha giocato anche come terzino destro

Scalvini

Il ct Nunziata non lo ha risparmiato nemmeno un secondo nel percorso che ha consentito la qualificazione alla Fase Elite

Non a caso unico 2003 in Italia a essere continuo in termini di convocazioni con la prima squadra in Serie A, Giorgio Scalvini si è dimostrato risorsa fondamentale per la Nazionale Under  19 di Nunziata nel corso degli ultimi giorni. Il difensore originario di Palazzolo ha infatti giocato 90′ più recupero in tutte e tre le gare giocate in Slovenia, che hanno portato gli azzurrini alla Fase Elite dell’Europeo di categoria.

Un cammino ampiamento positivo, viste le tre vittorie ottenute e prestazioni apparse in crescendo nel corso dei giorni, nonostante il gruppo sembrasse qualitativamente forse meno forte rispetto a annate che avevano regalato grandi soddisfazioni (dai ’99 in poi) al movimento nel corso degli anni. Ora la testa tornerà soprattutto al Campionato Primavera per i ragazzi, che dovranno affrontare nuove gare ufficiali con l’Italia solo nella prossima primavera, proprio in occasione della Fase Elite stessa. Da lì usciranno le 8 vincitrici dei gironi che parteciperanno all’atto conclusivo: un numero molto risicato, ma in questi anni abbiamo dimostrato di aver ampi argomenti in campo internazionali, in grado di mettere tutti in difficoltà.

Tornando al giovane difensore di Palazzolo, va sottolineato come nella terza partita sia stato impiegato come esterno destro di una difesa a 4, nell’ambito di un reparto interamente formato da calciatori nati come centrali di difesa. Il ragazzo ha mostrato buona applicazione e discreta propensione all’aggressione del diretto avversario, un principio che sta migliorando giorno dopo giorno anche grazie alla continua supervisione di mister Gasperini.

APPLAUSI ANCHE A ZUCCON  Buone nuove anche da Federico Zuccon, metronomo della Primavera di Brambilla e meritatamente convocato dallo stesso Nunziata dopo un avvio di stagione assai positivo. In campo per 64′ contro la Lituania, è poi subentrato in entrambe le due successive gare. L’impressione è che il ct sia alla ricerca dell’equilibrio giusto da utilizzare a metà campo: continuare a fare bene in campionato sarà la strada per guadagnare ulteriori galloni anche con l’Italia.

 GIOVANE  Merita una menzione anche Samuel Giovane, che era stato inserito nell’elitaria lista dei 20 che avrebbero dovuto partecipare alla spedizione slovena salvo poi rinunciare per infortunio. Nel ruolo c’è grande concorrenza, e il centrocampo è senza dubbio il miglior reparto dell’annata 2003 a livello nazionale, soprattutto se si parla di mezzali. Lo hanno dimostrato anche nel corso di questo primo scorcio di Europeo i vari Casadei, Fabbian e Miretti, ma Samuel gode di grande credito dalle parti di Nunziata, che addirittura lo portò a un Mondiale Under 17 come sotto età nell’autunno 2019. Anche per questo sogna anche lui un eventuale posto all’Europeo slovacco di luglio, che prima andrà però conquistato…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti