Resta in contatto

News

Gasperini in silenzio prima dell’Udinese. Ma non c’è alcun mistero

L’annullamento della conferenza stampa della vigilia, comunque non obbligatoria, in stagione c’era stato in precedenza soltanto col Sassuolo

Non è una questione di tamponi o di quarantene dei giornalisti al seguito dell’Atalanta di ritorno dalla trasferta Champions di Manchester contro l’United nel Paese più infetto d’Europa per il Coronavirus, altrimenti organizzare un’intervista video su Zoom in diretta oppure registrarla in proprio sarebbe stato uno scherzo. Gian Piero Gasperini, come alla vigilia (un lunedì) del Sassuolo il 21 settembre scorso, resta in silenzio anche il sabato pre Udinese: il motivo, benché non ufficializzato, è evitare un eccesso di domande e risposte sempre sugli stessi temi con la Samp alle viste mercoledì prima di un altro tour de force tra la Lazio (sabato 30 ottobre) e la rivincita con lo stesso United (martedì 2 novembre). Nel caso precedente, s’era in vista dell’infrasettimanale contro i neroverdi compresso tra le visite extra moenia a Salernitana e Inter.

GASPERINI, IL SILENZIO PRE UDINESE. Evitare di pronunciarsi, per il tecnico nerazzurro, non è comunque una novità. L’aveva già fatto due volte in occasione di sue squalifiche, prima dei match della sua prima stagione bergamasca contro Sampdoria e Torino, lasciando il posto rispettivamente al suo fido vice Tullio Gritti e al duo composto dal collaboratore tecnico Mauro Fumagalli e il preparatore dei portieri Massimo Biffi. In un pre Crotone, invece, ecco un ex di turno come lui, il professor Domenico Borelli.

GASPERINI: NIENTE MISTERO NEL SILENZIO. A dire il vero, durante la sua permanenza tra le Mura Venete e il Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia, al netto di qualche intervista registrata dall’ufficio stampa della Società nella seconda parte dell’annata 2019-2020 spezzata dalla pandemia e degli annullamenti per casi di Covid-19 nel parco giocatori, al Gasp è capitano anche di farsi sostituire dalla voce della proprietà. Fu Luca Percassi, l’amministratore delegato, a parlare per tracciare un bilancio del 2020-2021 prima dell’ultima giornata in casa col Milan il 22 maggio scorso. Cose che succedono.

Il tecnico nerazzurro evita di pronunciarsi alla vigilia del match col Sassuolo di martedì: il silenzio di Gasperini forse senza precedenti
Non era mai capitato che Gian Piero Gasperini, al netto di tre conferenze stampa lasciate al vice Tullio Gritti (2) in occasione di sue squalifiche e al suo staff, non scendesse (plesso principale) o salisse (Accademia Favini) in mezzo ai giornalisti schierati a truppa compatta in occasione di una vigilia di campionato. Eppure lunedì, in vista del Sassuolo, da ospitare a Bergamo alla quinta giornata, il Centro Sportivo Bortolotti rimarrà al riparo da occhi e orecchi indiscreti. Il classico prepartita del tecnico dell’Atalanta non si terrà. Motivazione ufficiale, evitare di parlare in eccesso a giorni troppo ravvicinati.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Altro da News