Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calcio Atalanta

Sampdoria-Atalanta, LE PAGELLE NERAZZURRE

Zapata

L’Atalanta dilaga a Marassi 1-3 mettendo in campo una prova di forza che si concretizza in una rimonta e un tris da cineteca.

Ecco i nostri giudizi al termine della sfida:

MUSSO 6.5

Incolpevole sul gol, decisivo nell’impedire a Caputo di imbracciare la doppietta.

LOVATO 6

Sarebbe dovuto uscire sulla prima palla dentro, benché poi riesca sempre o quasi a tenere in uno contro uno. Si dà da fare cercando l’anticipo Lucchini-style.

PALOMINO 6

El Jefe Tucumàn deve rincorrere Caputo qualche volta di troppo finendo per guadagnarsi la squalifica in un contrasto con Askildsen.

DE ROON 6,5

Assolve con ordine al ruolo di vice Toloi, la spedisce a Malinovskyi per il tris fallito dall’ucraino, senza poter mettere una pezza sull’imbucata dello svantaggio

ZAPPACOSTA 7.5

Attacca gli spazi come l’Hateboer al top, ma coi piedi più morbidi. E che infornate per i manicaretti del pasticcere là in prima linea . Contribuisce anche in difesa, al top.

FREULER 6,5

La seconda inversione di zolla ordinata dal Gasp dalla tribuna frutta la marcatura rigida sul razzente Thorsby e la diga mostra molte meno crepe. I comunque rarefatti pericoli piovono dalla parte di là della navata. Rincula benone e sa fare il regista ribaltando il fronte.

KOOPMEINERS 6,5

Letture difensive perfette, anche se il norvegese non è un cliente facile. Askildsen, al confronto, lo tiene a bada con estrema facilità. In continua crescita.

MAEHLE 6

Ci sarà pure un perché se la squadra comincia a girare quando lui guadagna pressoché la stessa posizione in cui combina sfracelli in maglia Danimarca. Compitino, a conti fatti.

MALINOVSKYI 6,5

Anche se la mira non c’è, entra nei rimpalli e si fionda in area a tempo, facendo attenzione a non pestare i calli al ben più presente compagno. Accentrato dal cambio Pasalic-Ilicic, riesce talvolta a salire in cattedra tentando di sfondare.

PASALIC 6

Si guarda a vista con Adrien Silva annullandosi a vicenda.

ZAPATA 7.5

Potenza debordante unita a capacità di movimento inusitata per uno con quel corpaccione, è una gazzella imprigionata nelle fattezze di Toro. In questo scorcio d’autunno è come un bosco sempreverde. Sulla chance della sicurezza nel finale, però, ingiallisce anche lui.

PICCOLI SV

 

MIRANCHUK SV

 

PEZZELLA SV

 

SCALVINI 6,5

Autorità e sicurezza. Abbastanza, insomma, considerando che la maggiore età è attesa l’11 dicembre.

 

ILICIC 7

manda l’arbitro a quel paese 6′ dopo l’ingresso, tiene la posizione e ammolla uno schiaffo morbido quanto innocuo. Ma che gol che firma allo scadere, geniale, inventa un varco come solo lui sa fare.

 

All Gritti 7: aiutato dal Gasp in tribuna, indovina tutti i cambi al momento giusto e sa aggiustare le cose le poche volte in cui si mette male. Sempre un talismano per la Dea, che con lui in campo fa sempre bene.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Le pagelle di Calcio Atalanta