Resta in contatto

News

Coronavirus, 29 ottobre: Lombardia in controtendenza

La nostra regione appare in netta controtendenza rispetto al dato nazionale complessivo: positività a mezzo punto, in calo i nuovi positivi il 29 ottobre

Se l’Italia, 5.335 positivi in più (ieri 4.866) lamenta, per bocca del ministro della salute Roberto Speranza, una recrudescenza seppur contenuta del Coronavirus con indice RT vicino alla soglia epidemica, la Lombardia dal bollettino di venerdì 29 ottobre esce molto meglio e in controtendenza rispetto al dato nazionale complessivo. La nostra regione, oltre 10 milioni di residenti, presenta un tasso di positività pari a mezzo punto percentuale nonché soltanto il quarto record (510, ieri 570 contagiati) dietro Campania (+654), Lazio (+583) e Veneto (+523).

CORONAVIRUS, LOMBARDIA IN CONTROTENDENZA. A fronte di 97.538 tamponi processati, i 510 contagi registrati all’ombra del Pirellone nelle ultime 24 ore hanno comunque fatto rialzare seppur di poco il tasso di positività (ieri 570 casi su 129.733 test, 0,4%). 3 posti in meno occupati nei reparti ordinari Covid-19 negli ospedali, per un totale aggiornato di 297 ricoverati, mentre nelle terapie intensive il saldo registra un +1 facendo salire il dato a 46. 4 i decessi (ieri 3) per un totale di 34.152.

LOMBARDIA, 29 OTTOBRE. Secondo i dati suddivisi per province, la più colpita in Lombardia in base ai numeri assoluti resta ovviamente la più popolosa, Milano, con 159 positivi, di cui 76 nel capoluogo. Seguono Monza e Brianza con 63, Brescia con 59, Varese 52, Bergamo 37, Pavia 30, Cremona 24, Mantova 22, Como 17, Sondrio 8, Lodi 7 e Lecco 2.

CORONAVIRUS: ITALIA, 29 OTTOBRE. Nel Belpaese il fenomeno epidemico è “in rapido e generalizzato aumento rispetto alla settimana precedente, appena al di sotto della soglia di 50 casi settimanali per 100.000 abitanti” e aumenta l’indice di contagio Rt. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità la curva “va monitorata con estrema attenzione e, se confermata, potrebbe preludere ad una recrudescenza epidemica”. Per il ministro competente “i numeri sono in crescita ma migliori rispetto ad altri Paesi europei. È necessaria cautela e prudenza, e mantenere misure di precauzione quali l’uso delle mascherine”.

CORONAVIRUS, ITALIA: IL BOLLETTINO. 3.433 i guariti (ieri 3.400) per un totale di 4.551.882, 1.866 gli attualmente positivi in più (ieri +1.413) per un totale di 78.644 (in isolamento domiciliare 75.637). 33 le vittime (ieri 50), 474.778 i tamponi molecolari e antigenici effettuati (ieri 570.335) per un tasso di positività all’1,1% contro lo 0,85% di ieri. In lieve aumento i ricoverati in terapia intensiva, +2 rispetto a ieri per un totale di 349 con 18 nuovi ingressi (ieri 32) e nei reparti ordinari, +49, 2.658 in tutto. Le dosi di vaccino somministrate sono 89.552.410. In Italia il 99,9% dei sequenziamenti depositati negli ultimi 45 giorni è riconducibile alla variante delta.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News