Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Atalanta-Lazio, un operatore tv denuncia: “Ferito da un seggiolino”

La denuncia dell’operatore colpito da un seggiolino piovuto dalla Curva Nord mentre stava filmando la porta alle spalle di Reina

Mauro Ielardi, operatore tv che stava manovrando la sua polecam, la telecamera che consente le inquadrature da dentro la porta alle spalle di Reina e quindi sotto la Curva Nord dell’Atalanta, ha denunciato sui social l’episodio che gli è accaduto sabato pomeriggio, nel corso del match con la Lazio. L’operatore infatti spiega di essere stato colpito  a una gamba da un seggiolino blu 50X50 centimetri ma, nonostante la testimonianza di uno steward e l’arrivo immediato del responsabile della sicurezza dell’Atalanta, non sono ancora riusciti a individuare l’autore del brutto gesto.

L’operatore su Facebook poi scrive: “Avevo uno strano presentimento a stare sotto la curva dell’Atalanta ma mai mi sarei immaginato che mi arrivasse addirittura un seggiolino sul polpaccio e fortunatamente sul polpaccio, un metro più su e stavamo parlando d’altro. Onestamente neanche nei derby degli anni Ottanta con la Nocerina e la Cavese mi era capitata una cosa del genere. Comunque tutto a posto sono già in viaggio di ritorno”.

E infine Ielardi rassicura sulle sue condizioni spiegando di avere rilasciato i suoi dati alla Digos: “Buongiorno amici. Questo post è per ringraziare voi tutti che vi siete preoccupati per me. Vi confermo che è tutto a posto e come vedete sono già all’opera, tanto per cambiare in uno stadio, ma questa volta a casa mia per l’allestimento di Benevento Brescia di Domani.
Dal 1990 ho vissuto una quindicina di anni in troupe principalmente per RAI facendo servizi tra emergenze, rifiuti, criminalità, cortei in mezzo ai black bloc e criminali veri, incidenti, situazioni a rischio in posti dove non era compatibile la presenza di esseri umani e ho fatto riprese in campetti di interregionali con energumeni avversari che potevano ucciderti solo con l’àlito e sicché ci vuole ben altro che un seggiolino di un “pesciolino di cannuccia” bergamasco a fermarmi, questo episodio non lo metterò neanche nel curriculum. Rimane comunque un gesto irresponsabile e vile che va condannato fermamente. Ieri la procura federale e la Digos, a Bergamo, hanno preso i miei dati e le mie dichiarazioni, spero ci sia un provvedimento. Nella vita ho molti obiettivi ma uno importante è essere voluto bene, ho visto che ci sono riuscito. GRAZIE”.

34 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

34 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News