Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Mazzarri: “Cercheremo di assaltare l’Atalanta. Gli errori degli arbitri incidono”

Il tecnico del Cagliari ha parlato in conferenza stampa in ottica Atalanta

Di seguito le dichiarazioni odierne di Mazzarri riportate dai colleghi di CalcioCasteddu.it:

ASSENZE. “L’allenatore non deve mai dare la sensazione di lamentarsi. È vero che continuiamo ad avere tante assenze, ma non ci dobbiamo attaccare a questo”.

LE ULTIME GARE. “Io voglio che i giocatori si concentrino sulla prestazione e non sul risultato. Le ultime tre partite sono state diverse. Con la Fiorentina abbiamo sbagliato completamente gara e mi sono arrabbiato, ora lo posso dire. Dopo l’1-0 la squadra si è sgonfiata e mi sono fatto sentire. Con la Roma è stata una partita diversa, abbiamo meritato più di loro. La fase difensiva è migliorata molto, anche se si fanno ancora delle leggerezze come contro il Bologna. Poi concorrono gli episodi, gli errori dell’allenatore e dei giocatori. Ci sono anche gli errori degli arbitri, incidono anche quelli. Sia con la Roma che col Bologna la mia squadra avrebbe meritato il pareggio. Il Cagliari ora è ultimo, ho fatto l’analogia con la mia esperienza alla Reggina e con questi errori arbitrali mi sono sentito sottovalutato”.

BOLOGNA. “Ho preferito non andare davanti ai microfoni dopo la gara col Bologna perché ero molto arrabbiato. Abbiamo fatto un errore nel loro vantaggio, ma le cose buone ci sono state. Ho fatto dei cambi abbastanza forti proprio per far cambiare marcia alla squadra. Abbiamo dato un segnale e creato i presupposti per pareggiare, ma non è andata così. Ci sono ancora tante cose da migliorare, soprattutto dobbiamo essere più aggressivi. Quando non lo siamo è perché ci sono problemi fisici da parte di qualche acciaccato”. 

BILANCIO NEGATIVO. “Quando sono arrivato sapevo di affrontare una situazione difficile. Speravo in meno infortuni. Dalbert, per esempio, l’ho visto davvero poco ed è un giocatore molto importante. Certamente i numeri sono inconfutabili, ma in queste ultime due partite meritavamo almeno due punti. Purtroppo le soste non mi consentono di lavorare con tutto il gruppo perché in molti partono per le rispettive Nazionali. Non è facile. Poi se aggiungiamo gli infortunati la situazione si complica”. 

CON L’ATALANTA. “Non schiero i senatori a prescindere. Domani cercheremo di assaltare l’Atalanta con le forze che abbiamo, qualcuno di quelli che hanno giocato contro la Roma ci sarà. Spero con l’aiuto del pubblico di fare una grande partita”. 

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario