Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Jorginho sbaglia il rigore, l’Italia pareggia 1-1: ora la sfida decisiva in Irlanda del Nord

Finisce in parità la sfida con la Svizzera

Si ferma dagli 11 metri la speranza di qualificarsi direttamente ai Mondiali in Qatar: l’errore di Jorginho su rigore (calciato alto sopra la traversa) “condanna” l’Italia a vincere l’ultima gara, lunedì a Belfast contro l’Irlanda del Nord, con un vantaggio di due reti sulla Svizzera, avversario che ha venduto cara la pelle nella sfida dell’Olimpico.

Nel primo tempo della sfida, l’Italia gioca una partita ordinata, senza riuscire a trovare mai lo spunto giusto e subendo il gol di Widmer, che ammutolisce l’Olimpico. Nel finale di frazione il gol di testa di Di Lorenzo, che rimette in equilibrio la sfida. Nella ripresa gli Azzurri di Mancini entrano con una testa diversa, attaccano con più convinzione, sprecando diverse occasioni. Quando la gara sembra volgere al termine, il fallo di Garcia su Berardi concede la chance a Jorginho di portare l’Italia ai Mondiali: rincorsa, tiro e pallone scagliato in curva. Tutto rimandato a mercoledì, per il Mondiale bisogna ancora attendere.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson (79′ Calabria); Barella (69′ Cristante), Jorginho, Locatelli (58′ Tonali); Chiesa, Belotti (58′ Berardi), Insigne (79′ Raspadori). All. Mancini. A disp. Bernardeschi, Biraghi, Mancini, Meret, Pessina, Scamacca, Sirigu.
Svizzera (4-4-2): Sommer; Widmer, Akanji, Schar, Rodriguez (68′ Garcia); Vargas, Zakaria, Freuler, Steffen (68′ Imeri); Shaqiri (79′ Sow), Okafor (79′ Frei). All. Yakin. A disp. Aebischer, Comert, Gavranovic, Itten, Kohn, Mbabu, Omlin, Zeqiri.
Arbitro: Taylor (ENG)
Marcatori: 11′ Widmer, 35′ Di Lorenzo
Ammoniti: 43′ Chiesa, 47′ Insigne, 77′ Schar, 81′ Akanji, 87′ Garcia

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News