Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Penna in trasferta – Lorenzelli (CalcioSpezia.it): “Un punto sarebbe oro colato per le Aquile”

Spezia Venezia

Il giornalista vicino al club ligure analizza la situazione in casa della formazione allenata da Thiago Motta

Ricomincia dallo Spezia il cammino in campionato dell’Atalanta. La squadra ligure è reduce dal successo col Torino ma non può abbassare la guardia per non essere risucchiata nei bassi fondi della classifica. Insieme al giornalista di CalcioSpezia.it, Guido Lorenzelli, abbiamo analizzato la situazione in casa delle Aquile.

Come ha vissuto questo periodo di fermo per le nazionali lo Spezia?

“Lo Spezia ha lavorato molto seppur privo di otto nazionali. Le buone notizie arrivano dai recuperi di Nguiamba e Sher a centrocampo. Rimane il problema Hristov che era il candidato a sostituire lo squalificato, è sempre presente, Nikolaou. L’altra opzione è il giovane Kiwior che sarà a disposizione da giovedì dopo gli impegni con la Nazionale. E nel caso il suo sarebbe l’esordio assoluto in maglia bianca. Per quanto riguarda Agudelo, Bourabia e Leo Sena le loro condizioni non gli permetteranno di essere del match.”

Più in generale, che squadra deve aspettarsi l’Atalanta?

“Una squadra che ama giocare e non attendere l’avversario, a cui piace avere il possesso palla, ma che concede molto in fase difensiva. Sicuramente qualche miglioramento sotto questo aspetto si è visto con il Torino, ma l’Atalanta è squadra di ben altra caratura.”

L’ultima vittoria contro il Torino è stata fondamentale per la classifica, ma forse Thiago Motta non ha ancora trovato del tutto la squadra. È corretto?

“Con il cambio di modulo visto con il Torino la squadra ha mostrato molto più equilibrio. Un centrocampista in più a protezione della difesa è fondamentale. Di certo la quadra non si può dire che sia ancora stata trovata perché con 14 assenti per infortunio praticamente ogni partita era davvero dura trovarla. I giocatori stanno rientrando adesso e ci vorrà ancora un po’ di tempo per trovare la quadratura giusta. Con l’Atalanta dovrebbero esserci 4/5 assenti al massimo si spera.”

Nello Spezia c’è una folta pattuglia di giocatori dell’Atalanta: che bilancio può fare dopo i primi mesi?

“Sorpresa nessuno. Reca non lo abbiamo ancora mai visto per infortunio. Colley ha colpi importanti, ma è veramente discontinuo e anche lui reduce da infortunio. Quello che ha avuto un rendimento più costante finora è Kovalenko che al rientro dall’infortunio ha disputato ottime prove in mediana. È sicuramente un giocatore di qualità.”

Sabato si sfidano il quinto attacco del campionato (quello dell’Atalanta) e la peggior difesa (quella dello Spezia). La domanda è: come finirà il match?

“Sulla carta non c’è storia, ma lo Spezia già la scorsa stagione ha sorpreso. Certo questa è una squadra molto più giovane e diversa. Già un punto sarebbe oro colato per le Aquile!”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche