Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Miranchuk ai saluti, ma potrebbe restare in Italia

Grazie al Decreto Crescita, il trasferimento in un altro club di Serie A permetterebbe al russo un vantaggio sull’ingaggio. Sulle sue tracce ci sono da tempo Genoa e Torino

Lontano da Bergamo ma comunque in Italia. Il futuro di Aleksey Miranchuk sembra abbastanza definito anche perché il russo ha voglia di giocare (anche in ottima nazionale) e all’Atalanta le porte per lui sembrano essere chiuse. Dove potrà andare? In patria lo spingono verso l’estero, ma prende quota l’idea di rimanere in Serie A. Come ripota TMW, oggi andrà in scena un incontro tra il club e l’entourage del calciatore che potrebbe essere decisivo, se non altro per stabilire le strategie future. Grazie ai benefici del Decreto Crescita, restando in Serie A, Miranchuk potrebbe percepire un ingaggio più alto con uno stesso lordo, ma tra le clausole per applicarlo c’è la permanenza in Italia per almeno due anni (e con benefici anche sul terzo). Inoltre, Miranchuk è extracomunitario e una cessione a titolo definitivo a gennaio permetterebbe di liberare uno slot. Sulle sue tracce ci sono da tempo Genoa e Torino, col Sassuolo sullo sfondo (il Milan pare defilato). Insomma, le alternative non mancano ma nemmeno le questioni da risolvere.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Calciomercato