Resta in contatto

News

Stromberg: “Mi sono vaccinato con convinzione e ora ho ripreso la mia vita”

stromberg

L’ex capitano dell’Atalanta parla della sua vita prima e dopo la pandemia e della scelta di vaccinarsi

L’ex capitano dell’Atalanta Glenn Peter Stromberg racconta a L’Eco di Bergamo come è cambiata la sua vita dal momento in cui è iniziata a diffondersi la pandemia fino alla scelta di vaccinarsi: “Ero in Spagna, non ricordo se a Madrid o a Barcellona, e mi dovevo spostare in Inghilterra. Però proprio in quelle ore da Stoccolma mi dissero che forse sarebbe stato vietato l’ingresso a Londra. Allora dissi: “Ok, intanto torno in Italia e poi domattina vediamo dove si può andare”. Almeno, pensavo, sono a casa. Ma mi dissero: “Se vai in Italia c’è il rischio che non ti facciano più uscire. Vieni a Stoccolma, poi si vede”».

ANGOSCIATO IN HOTEL. “L’indomani mattina presi il primo volo per Stoccolma, andai nell’hotel dove vado da 15 anni. Nel frattempo, furono chiusi praticamente tutti i confini e io per 6 mesi non mi sono più mosso da lì. Però ripeto: potevo uscire a passeggiare, andavo a lavorare in televisione. Ero lontano dalla mia famiglia, angosciato da quel che sapevo stava succedendo a Bergamo, ma in tutto questo ero un privilegiato”.

LISBONA. “Mi spostai per la prima volta all’ inizio di agosto del 2020, per commentare le finali di Champions a Lisbona, quelle dove c’era anche l’Atalanta che perse all’ultimo minuto contro il Psg, nei quarti di finale. Prima di allora, le partite che erano riprese le abbiamo sempre e unicamente commentate dagli studi di Stoccolma, senza mai andare negli stadi, senza mai viaggiare”.

I VACCINI. “Ho fatto la prima dose prima degli Europei dell’estate scorsa e la seconda dose dopo gli Europei. Sono venuto in Italia per vaccinarmi e l’ho fatto quando è stato il mio turno, ovviamente. Poi, sono partito girovagando per tutta l’Europa per commentare le partite, un po’ come ho sempre fatto tra Premier e Champions. Nemmeno un dubbio. Tutti mi hanno detto che una situazione così improvvisa e mondiale non si poteva che frenare con le vaccinazioni, e quando è stato il mio momento ci sono andato con convinzione, e devo dire che dopo la vita è decisamente cambiata”.

POST VACCINO. “Se ho ripreso la mia vita come prima? Praticamente sì. Vado sempre in Inghilterra, vado a Tenerife, appena posso torno in Italia. Lavoro, viaggio. Sono stato in almeno 10 Paesi diversi in questi mesi (…)”.

33 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
miranchuk

Cosa fare con Miranchuk? Ecco il risultato del sondaggio

Ultimo commento: "Non si discute Che tutti non possano restate...."

Sondaggio: Ilicic o Malinovskyi, chi vorreste davanti con Zapata?

Ultimo commento: "NONIMPORTA CHI GIOCA MA IL GIOCO DEL GASP FATTO BENE! IO VEDO ZAPATA PASALIC MURIEL TITOLARI...."
miranchuk

Cosa fare con Miranchuk a gennaio?

Ultimo commento: "Con quello che è stato pagato dovrà per forza essere ceduto, spererei all estero ma credo si spunti la cifra più alta in Italia"

Il verdetto dei lettori di CalcioAtalanta: “Ilicic e Malinovskyi giochino insieme”

Ultimo commento: "Scelta affascinante ma solo teorica perché la coesistenza dei due pare non garantire gli equlibri tattici della squadra, per cui giocano insieme solo..."
reina

SONDAGGIO: Caso monetina-Reina: come lo valutate?

Ultimo commento: "Il tempo con l'Atalanta lo perdono tutti i portieri Reina è da lodare x non aver fatto alemao e uscire dal campo si è comportato da professionista..."

Altro da News