Resta in contatto

Il muro del Tifoso

La Dea merita l’Olimpo (e un altro Gigante)

Atalanta gasperini

Il tifoso Salvatore Giglio ci ha inviato questo articolo e pubblichiamo il suo punto di vista. Cosa ne pensate?

La redazione di CalcioAtalanta dà la possibilità a tutti gli utenti di esprimere la propria opinione e veder pubblicato il proprio pezzo. I lettori potranno così scrivere un articolo sull’Atalanta secondo l’ottica del tifoso e non del giornalista. L’importante è che vengano espresse le vostre idee e punti di vista. La redazione provvederà a scegliere i migliori e a pubblicarli. Invia i tuoi articoli all’indirizzo [email protected] Nella tua mail scrivi: “Dichiaro che l’articolo inviato è totalmente gratuito, mio o di persona consenziente e perfettamente informata dell’uso per il quale lo invio a CalcioAtalanta”.  Quanto segue ci è stato inviato da Salvatore Giglio.

di Salvatore Giglio – La Dea merita l’Olimpo (e un altro Gigante)

Quest’anno basta veramente poco alla Dea per riuscire a guardare tutti dall’alto del monte Olimpo.

Il presidente Percassi e tutto il mondo che gira attorno all’Atalanta, compreso il brillante settore giovanile, sta dando un grande esempio di calcio che funziona: il duro lavoro, la seria progettazione che da poco portano a grandi risultati e che sono sotto gli occhi di tutti.

L’Atalanta è l’unica squadra con Gasperini e uno zoccolo duro di calciatori che si conoscono da anni e ormai a memoria. Questo può essere senza dubbio il vantaggio su Inter, Milan e Napoli. Altre squadre potranno pure avere singoli calciatori che sono grandi campioni, ma le motivazioni personali, conoscere i compagni e fare squadra sono un valore aggiunto.

I giocatori sono uniti e si sa “l’Unione fa la Forza” e  “Il Valore della Somma alle volte è Maggiore della Somma dei Singoli”. La squadra ha interpreti doppi quasi per ogni ruolo e con un ragionevole investimento (8-10 Milioni) nel mercato di gennaio si potrebbe aggiungere un altro guerriero e inarrestabile mediano tra i migliori della serie A: Il blucerchiato Morten Thorsby.

Con lui e Koopmeiners si completerebbe la mediana e si avrebbe una staffetta con De Roon e Freuler per dare sostegno a quella difesa che, con i grandi ritmi di partita, inevitabilmente resta un po’ sguarnita e preda di pericolose ripartenze avversarie.

Il resto degli dei, che fanno della Dea la grande squadra che è, sono e saranno determinanti per campionato e coppe. Sono sicuri di poter dividere le fatiche con un compagno di ruolo altrettanto valido e chissà, di poter condividere anche il trofeo che mai come quest’anno può premiare Bergamo e la sua Dea.

Forza Atalanta e  complimenti!

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Il muro del Tifoso