Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Il punto sulla Primavera – Brambilla spera di “ricalcare” la passata stagione

Atalanta Primavera brambilla

La squadra ha ancora l’ambizione di centrare, primo posto a parte, qualsiasi traguardo

La prima parte di stagione della Primavera nerazzurra è stata discreta ma sicuramente non eccezionale, con tutto che classifiche e risultati non sono le totali priorità della categoria. Il campionato Under 19, tuttavia, deve anche essere scalino preparatorio per i ragazzi alle pressioni e difficoltà del calcio professionistico, sicuramente influenzate dai risultati.

UN REVIVAL DEL 2021?  Anche per questo Massimo Brambilla spera di poter ricalcare il percorso della passata stagione, cominciata con più di una difficoltà e poi giunta fino all’atto finale del “Ricci” di Sassuolo, purtroppo con una sconfitta arrivata per mano dell’Empoli. Diverse, in tal guisa, sembrano essere le analogie con quella che era stata la prima parte di percorso del 2020/21, che peraltro aveva avuto vita molto breve per via dello stop causato dal Covid, avvenuto a metà ottobre.

DISPIACERE PER VORLICKY  L’Atalanta aveva cominciato la stagione con soli 4 punti in 4 gare disputate, per poi risalire pian piano la china verso la zona playoff, soprattutto grazie a un ottimo filotto di quattro successi di fila tra aprile e maggio. Un trend che il tecnico di Vimercate spera di poter ripercorrere, soprattutto per via di un inserimento sempre più in pianta stabile dei fuoriquota assenti per problemi fisici nelle prime battute dell’annata. Manca solo il fantasista ceco Vorlicky, che quest’anno non è praticamente mai stato a disposizione. Un brutto problema, visto e considerato che le sue prospettive, quando il ragazzo arrivò in Italia ormai 4 anni fa, sembravano poterlo proiettare nel novero degli elementi di maggior prospettiva dell’intero settore giovanile di Zingonia. Uno scenario che rischia di complicare seriamente il futuro di un talento purissimo…

GLI UOMINI “DA TRAINO”  Saranno proprio i classe 2002 e gli elementi di un anno più giovani ma già altamente esperti della categoria (Berto, Ceresoli, Giovane, Oliveri ecc.) a dover far compiere il definitivo salto di qualità alla squadra, che può sfruttare una sorta di vuoto che il campionato propone alla spalle della Roma capolista, che peraltro ha già fatto esordire ben 3 elementi in prima squadra tra campionato e Conference League da agosto in avanti. Per far sì che ciò accada sarà necessario migliorare la gestione di alcuni momenti e crescere sotto lo sviluppo dell’organizzazione di gioco, apparsa non sempre impeccabile, anche alla luce di un’alternanza tra gli uomini di centrocampo necessarie per varie ragioni.

SECONDO POSTO ALLA PORTATA?  Detto che i giallorossi sono sostanzialmente irraggiungibili, in quanto dotati di ben 11 punti in saccoccia in più, va sottolineato come il primo posto in classifica valga relativamente in vista delle Finali Scudetto di maggio, vantaggi di calendario e “risparmio” dei primi turni a parte. Le altre squadre di maggior qualità (Inter e Juve, che pure hanno fatto molto bene in Youth League), non hanno mostrato continuità di rendimento, forse anche per il dispendio dettato dalle fatiche europee. Una dinamica conosciuta anche dall’Atalanta, che ora, Coppa Italia a parte, potrà focalizzarsi solo e soltanto sugli impegni a tinta tricolore. Il secondo posto, che vale l’accesso alle semifinali Scudetto, del Cagliari dista solo 4 punti….

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti