Resta in contatto

News

Conteh, sono 44. L’atalantino a sprazzi tra il Mondo e il Cola

44 candeline per il difensore centrale sierraleonese Kewullay Conteh, una vita da girovago chiudendo (?) nel Bagnatica

Un poker di comparsate e via, in due tornate diverse. A San Silvestro il festeggiato ex dell’Atalanta è sempre uno solo, Kewullay Conteh, a due riprese nerazzurro ma dalle presenze piuttosto rarefatte tra l’ultimo Emiliano Mondonico e il primo Stefano Colantuono. Dopo aver portato il Bagnatica dalla Terza alla Seconda Categoria nella primavera del 2019, a questo giro non s’è più ripresentato e amen, due campionati stoppati per covid sono troppi anche per lui. Unico neo di una bella carriera, per l’unico altro giocatore della Sierra Leone noto in Italia dopo il sommo Mohamed Kallon, il patteggiamento a 20 mesi di stop con la Procura della FIGC per la vicenda del calcioscommesse. Era il 3 maggio 2012, poi l’avventura fra i dilettanti: Rivoltana e Pradalunghese, al seguito del diesse Bruno Sesani, e anche la Ghisalbese. Stiamo parlando di uno capace di timbrare il cartellino nel sacco altrui in Coppa Uefa in rosanero per il temporaneo pareggio (di destro, assist di Corini) nel ko per 2-1 in casa dello Slavia Praga, il 16 febbraio 2006.

UN CONTEH ALL’ATALANTA. Nato a Freetown il 31 dicembre 1977, nel curriculum pre nerazzurro Conteh annovera il Ports Authority in patria e due club svedesi, il Cafè Opera di Stoccolma (di proprietà dell’italiano Alessandro Catenacci) e lo Spanga. Nel 1995/96, il Mondo in panchina e concorrenza di Boselli, Montero, Valentini e Zanchi, frenato dalla malaria contratta in nazionale (120 match e 2 reti, in Italia 3 palloni in porta in B sui 5 totali in 310 match da professionista coi club italiani): l’esordio dal 71′ al posto dell’ultimo della serie nel ko di misura a Firenze il 20 aprile ’96, più l’1-3 in casa con la Lazio 8 giorni dopo da titolare. 2006/07, agli ordini del Cola, Carrozzieri-Loria-Talamonti a chiudergli la strada: dallo start, nel terzo turno di Coppa Italia perso 3-2 ai supplementari a Trieste (Innocenti lo rimpiazza al 105′) il 27 agosto 2006 e quindi da cambio (88′) di Ferreira Pinto nel 3-1 casalingo all’Ascoli alla prima giornata (10 settembre 2006).

CONTEH AL GIRO D’ITALIA. Il giro d’Italia di Conteh tocca le tappe di Chievo, Venezia (promozione con Cesare Prandelli) e Palermo, prima del ritorno a casa all’AlbinoLeffe nell’annata Gustinetti-Madonna della A sfiorata ai playoff contro il Lecce e nella successiva (2007-2009). Quindi, nel Grosseto del Gus, poi sostituito da Maurizio Sarri, insieme ad altri blucelesti illustri (atalantini di nascita tranne il portierone) Acerbis, Carobbio e Joelson, e nel Piacenza di Mindo, Damiano Zenoni e Gervasoni implicato nella combine con Cristiano Doni nella famigerata partita dei due rigori (più gol di Ruopolo) di Bergamo. Retrocesso in Lega Pro dopo il doppio playout con la Celeste del Mondo, dal 2014 la nuova vita in provincia. Auguri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da News