Resta in contatto

Le pagelle di Calcioatalanta

Atalanta-Venezia 2-0, le PAGELLE NERAZZURRE

Muriel

Con un gol per tempo (il primo di Luis Muriel, il secondo di Joakim Maehle) l’Atalanta supera il Venezia e conquista il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia dove sfiderà la vincente di Napoli-Fiorentina. Ecco i nostri giudizi al termine della sfida del Gewiss Stadium.

MUSSO 6

Come si dice in questi casi, primo tempo da spettatote non pagante. Nella ripresa viene salvato da un fuorigioco in occasione del gol di Crnigoj. Poco dopo rischia la frittata sul retropassaggio di Pezzella, ma ha il merito di rimediare, salvando anche la sua pagella.

SCALVINI 6

Il debutto da titolare tra i professionisti fila via liscio. Il bello deve ancora venire, ma il suo dovere l’ha fatto.

DEMIRAL 6

Qualche sportellata e un paio di ripiegamenti quando il Venezia tenta di rendersi pericoloso, anche se senza troppo successo.

PALOMINO 6

Come gli altri due compagni di reparto, vive una serata tutto sommato tranquilla, anche quando Henry rileva Okereke e contribuisce a tenere inviolata la porta nerazzurra.

HATEBOER 6

La classica partita per mettere altri minuti nelle gambe in attesa di sfide più impegnative. L’olandese c’è e cerca di farsi vedere il più possibile, peccato per il gol (non impossibile) sbagliato in avvio di ripresa.

FREULER 6.5

In fase di contenimento non ha alcun problema, questo gli permette qualche incursione come in occasione dell’assist per il gol di Muriel.

KOOPMEINERS 7

Il Venezia visto oggi è davvero poca cosa;  non è, invece, una novità la sicurezza con cui l’olandese si disimpegna. Fa sempre la cosa giusta, come se giocasse da anni con Gasperini. Sfiora il gol nel primo tempo.

PEZZELLA 6

Peccato per il palo preso nella ripresa, tra l’altro tirando col piede meno abile. Sarebbe stato un bel premio in una gara senza orpelli ma di sostanza.

PESSINA 6

Tra le linee crea non poche difficoltà ai lagunari che ricorrono spesso al fallo per fermarlo. Gli manca l’acuto per strappare un voto più alto

MIRANCHUK 6

Una discreta prestazione soprattutto in considerazione del fatto che il russo ha da tempo la valigia pronta e il suo destino pare segnato. Si spegne col passare dei minuti.

MURIEL 6.5

È in un buon momento di forma e lo si vede subito: al primo pallone chiama Lezzerini alla parata, al secondo firma con un tocco facile facile, dopo un bel gioco di gambe, il gol del vantaggio. Nella ripresa cala o forse si gestisce in vista di domenica.

DE ROON 6

Entra per dare un po’ di sostanza alla squadra quando il Venezia tenta il tutto per tutto. In pratica la specialità della casa.

PASALIC 6

C’è anche il suo zampino dell’azione del 2-0, prima indicando la strada verso la porta a Maehle e poi dandogli il pallone da spingere in rete.

MAEHLE 6

Sbaglia un paio di palloni di troppo, ma ha il merito di iniziare e finire l’azione del raddoppio.

GASPERINI 6.5

Nel primo tempo non c’è storia, soprattutto sotto l’aspetto delle occasioni, ma i suoi hanno il demerito (come accaduto in passato) di non affondare e così il secondo tempo si fa un po’ più complicato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Le pagelle di Calcioatalanta