Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Zanetti avvisa l’Atalanta: “Reagiremo alla paura di giocarci”

venezia

Il tecnico del Venezia, ex di turno, non sa se ce ne sarà un altro: “Caldara può recuperare, ma è in forse. La paura prima nemica”

“Con Atalanta e Juventus saranno due partite sulla carta proibitive, ma l’importante è reagire alla paura. E un po’ ne abbiamo, è normale, nel dover affrontare i nerazzurri”. Parola di Paolo Zanetti, allenatore del Venezia, in conferenza stampa al Centro Sportivo Tagliercio, a due giorni dal match con la squadra di Gian Piero Gasperini: “Assurdo che sia messo in discussione – riporta DerbyDerbyDerby.it -. Un momento di flessione capita a tutti, sabato sarà qui per invertire la tendenza”.

ZANETTI E L’ATALANTA: NIENTE PAURA. “All’andata la affrontammo con paura, in Coppa Italia invece riuscimmo a proporre una partita diversa”, ha proseguito il tecnico, ex di turno che non sa se avrà a disposizione l’altro dal 1′: “Modolo ha un problema al menisco, Vacca ancora non ci sarà se non mercoledì prossimo con la Salernitana, Kiyine e Haps sono squalificati, Caldara e Crnigoj hanno avuto un fastidio muscolare ma sono recuperabili, Mattia è importante perché siamo senza difensori. Cuisance e Sigurdsson sono recuperati, è convocato anche Issa Bah che sta facendo bene con la Primavera”.

ZANETTI: ECCO IL VENEZIA MENOMATO. “Dietro c’è Svoboda, Ampadu in mezzo è troppo importante. Per giocare a specchio con l’Atalanta in questo momento non ho i difensori”, aggiunge Zanetti dando qualche indizio di formazione. Sul sito ufficiale, invece, il programma-salvezza: “Non voglio rivedere il primo tempo a Firenze, dobbiamo lottare come leoni. L’Atalanta rimane un avversario difficilissimo. Gasperini è un allenatore straordinario, e la sua squadra ci deve spaventare anche se viene da tre sconfitte consecutive; questa deve però essere una paura che ci permetta di stare più attenti e concentrati, non una che ci impedisca di giocare. Spesso nel campionato abbiamo proposto un buon gioco, e dobbiamo tornare a farlo per portare a casa dei punti. La nostra bravura sarà cercare di lasciarci alla spalle ciò che è stato”.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "CAUSA INSISTENZA CON BOGA E ZAPATA TITOLARI MA FUORI FORMA E INGUARDABILI . BOGA DA VENDERE NOCIVO PER IL NOSTRO GIOCO. RIGUARDATEVI LE PARTITE CON..."
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da L'angolo dell'avversario