Resta in contatto

Bacheca del Tifoso

L’illusione che l’Atalanta abbia in mano il proprio destino

L’Atalanta deve fare la corsa su stessa, ma i risultati delle altre stanno confermando che avere in mano il proprio destino è una chimera

L’Empoli che va sopra di due a San Siro con l’Inter e la Juve che si fa rimontare dal Genoa per colpa di due errori marchiani di De Sciglio, fallo da rigore compreso per il riscatto da 3 punti di Mimmo Criscito, pupillo di Gian Piero Gasperini. Fine di ogni illusione che l’Atalanta abbia il destino tra le mani. Perché hai voglia a fare la corsa su te stesso, ma se la lotta scudetto rimane sempre così aperta il Milan dopo la fatal Verona, e a maggior ragione se lo sarà, non concederà fiato ai nerazzurri. E se i bianconeri al Grifone insieme alla vittoria negli ultimi minuti hanno regalato anche la speranza di potersi arrampicare alla matematica degli ultimi due turno di campionato, figurarsi se affronteranno la Lazio (in casa) e la Fiorentina, concorrenti dirette dei bergamaschi per l’Europa, col sangue agli occhi nelle ultime due giornate. Una chimera tra le troppe.

L’ATALANTA E IL DESTINO: ILLUSIONE. Il primo vero barrage di coppe a tre dal gong, tra i viola e i giallorossi, avrà oltretutto il vantaggio per entrambe di conoscere l’esito delle sfide delle altre, essendo stato programmato come posticipo del lunedì (9 maggio) sera. Un pareggio soddisferebbe più l’attuale quinta in classifica che i padroni di casa del “Franchi”, appaiati alla squadra del Gasp (56 punti) ma col vantaggio degli scontri diretti, ma avrebbe comunque un retrogusto amarognolo per i nostri impegnati domenica a pranzo a La Spezia.

IL DESTINO E IL CALENDARIO. La Lazio, a +3 esattamente come i cugini ma sotto nel computo dei derby, riceve la Sampdoria il sabato alle 20.45 e al fotofinish farà lo stesso col Verona senza più obiettivi. La Lupa di Mou avrà in seguito il Venezia quasi spacciato prima di rendere visita al Torino (come sopra). I toscani, al penultimo atto, saranno dai blucerchiati, tuttora a più 5 sul Cagliari terzultimo al pari degli Aquilotti. Come dire che Empoli a parte la Dea avrà il cammino più tortuoso, perché rischia il ko e soltanto 6 punticini su 9. Ed è ottava, in ritardo, in affanno. O la va o la spacca, bisogna provarci senza sognare a occhi aperti.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "è ancora sicuro di ciò che ha scritto, ora che siamo all'ultima partita di campionato?"
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da Bacheca del Tifoso