Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ancora Sartori: “Con Gasperini caratteri diversi, ma fine comune”

Sartori

“Gasperini? Entrambi abbiamo lavorato esclusivamente per il bene dell’Atalanta”: le parole di Giovanni Sartori

“Pensavo che l’Atalanta stavolta potesse arrivare più in alto, ma mai come in quest’annata appena conclusa abbiamo dovuto superare e sopportare così tanti infortuni. Il modello Atalanta è molto semplice: gente che lavora da mattina a sera, una tifoseria e una città che vivono per la società e la squadra. Di base ci sono passione e lavoro 24 ore al giorno 365 giorni all’anno: magari prima ne lavoravo solo 23… Voglio sperare che anche da altre parti ci siano gruppi di lavoro disposti a fare altrettanto”.

“Luca è il più grande venditore della storia, non solo dell’Atalanta; riuscirebbe a vendere la sabbia nel deserto. Ho vissuto due favole straordinarie: al Chievo arrivammo ai preliminare di Champions e di Europa League con un quartiere di Verona, il percorso dell’Atalanta è sotto gli occhi di tutti. Qui c’è una proprietà di ex calciatori a differenza di Luca Campedelli: chi ha giocato conosce meglio certe dinamiche e la materia. Anche Luca Percassi è cresciuto molto: all’inizio veniva il giovedì, poi ci è sempre stato vicino quotidianamente”.

“Su Gasperini dico solo una cosa: con caratteri diversi, abbiamo lavorato entrambi esclusivamente per il bene dell’Atalanta. Mi sono portato un gruppo di collaboratori dal Chievo, via via implementato: ci metteremo d’accordo su chi rimane e chi, tra i miei collaboratori storici e quelli più legati alla società. Il mio modo di lavorare è cambiato qui all’Atalanta. Luca è più giovane, io sono più anziano e chiuso: la mia esperienza che ho maturato anche qui mi porterà a trasferire il mio modo di lavorare alla squadra dove andrò, portando avanti il mio modo di vedere il calcio, confrontandomi con dirigenti e allenatori nuovi. Bisogna sempre adeguarsi all’ambiente che si trova”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News