Resta in contatto

News

Compleanno per Gregucci e Coppola, il mister di Carnesecchi

Candeline per due ex atalantini venerdì 10 giugno: la meteora della panchina Gregucci e l’ex portiere, nello staff di Pecchia a Cremona

Un venerdì 10 giugno per due rinfreschi di memoria atalantina. Il fresco neopromosso con la Cremonese che ha avuto sotto tutela il portiere del futuro Marco Carnesecchi come membro dello staff del mister uscente Fabio Pecchia (ora c’è Massimiliano Alvini), e la meteora della panchina per una partita di Coppa Italia e quattro di campionato. Spengono oggi le candeline Ferdinando Coppola, il guardiano dei pali che dal 2007 al 2010 si fece soffiare progressivamente il posto da Andrea Consigli, e Angelo Gregucci, allenatore che proveniente dal discreto triennio al Vicenza iniziò l’ultima infausta stagione del precedente che corrispose all’ultima retrocessione in B dei nerazzurri: 44 anni per il napoletano, 58 per il tarantino di San Giorgio Jonico.

GREGUCCI, MISTER METEORA. Vinto il terzo turno di Coppa Italia a Ferragosto del 2009 a Cesena grazie a uno dei due soli acuti d’annata di Robert Acquafresca (di testa, poi avrebbe segnato a Siena in campionato), l’ex stopper di Taranto, Alessandria, Lazio, Torino e Reggiana incappò in un poker di sconfitte di fila costatogli l’esonero. Lazio, Genoa e Samp di misura, 4-1 a Bari il 20 settembre: l’indomani era già a spasso, lui che era stato ufficializzato il 5 giugno. Alla Dea si sarebbero succeduti senza evitare la cadetterìa Antonio Conte, Valter Bonacina solo a Palermo e quindi Bortolo Mutti. Lui, che aveva cominciato a Reggio Emilia e in A a Lecce nel 2005 aveva fatto un solo punto, ha nell’attuale ct azzurro Roberto Mancini la sua fortuna: lo volle alla Fiorentina, all’Inter, al Manchester City e quindi allo Zenit. Poca roba, invece, al netto di una Coppa Italia di Lega Pro con la Salernitana (2014), tra Legnano, Venezia, Sassuolo, Reggina, Casertana e Alessandria. Tanti auguri.

COPPOLA, LA PORTA E CONSIGLI. In attesa dell’esplosione del portierone di Cormano, che quando lui arrivò da Piacenza era un ventenne ancora in prestito (a Rimini, dopo San Benedetto), Nando non ebbe rivali per la prima annata di Gigi Delneri. Né avrebbero potuto scalfirne la titolarità Andrea Ivan e il peruviano George Forsyth, il figlio dell’ambasciatore ridotto alla presenza in Coppa Italia. Coppola, invece, in un triennio gioca 70 partite di cui 68 di campionato subendo 97 reti (95). Napoli, Bologna, Ascoli e Reggina prima di Bergamo; Siena, Torino, Milan, Bologna e Verona dopo, ritirandosi a quota 40. All’attivo la Coppa Italia Primavera ’97 a casa sua. Cheers anche al numero 1 dagli occhi del colore del mare del Golfo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "CAUSA INSISTENZA CON BOGA E ZAPATA TITOLARI MA FUORI FORMA E INGUARDABILI . BOGA DA VENDERE NOCIVO PER IL NOSTRO GIOCO. RIGUARDATEVI LE PARTITE CON..."
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da News