Resta in contatto

News

L’esordio di Congerton, un gallese a Zingonia: “Luca Percassi bravo a vendere, serve gente da ‘mola mìa'”

Il direttore dell’area sport dell’Atalanta esordisce senza botti, ma in italiano: “Castagne, Luca Percassi e il mio lavoro con Ancelotti”

“Com’è che dite voi a Bergamo ‘never give up’? Ah, lo so, ‘mola mìa’. La caratteristica dell’Atalanta, di chi ci viene a giocare e dei bergamaschi”. Lee Congerton, alla conferenza stampa di presentazione da direttore dell’area sport (il 7 marzo scorso era stato annunciato come “responsabile dello sviluppo internazionale dell’area sport”), s’è già mostrato in sintonia con l’ambiente, parlando in italiano: “Ho lavorato al Chelsea con Carlo Ancelotti, prima di presentarmi l’ho un po’ perfezionato, se commetto errori scusatemi”, la premessa a mo’ di Papa Wojtyla del gallese ex Leicester.

CONGERTON: LUCA PERCASSI SA VENDERE. “L’idea è di reclutare buoni giocatori, come facevo ai Foxes, dove ho conosciuto l’amministratore delegato Luca Percassi quando ci vendette Castagne e lui è bravissimo a vendere quando i giocatori sono al top, all’Amburgo o al Celtic, consentendo all’allenatore di farli crescere – ha spiegato Congerton -. Tavares nuovo esterno sinistro? Pescare in Premier League, cogli stipendi che corrono, è difficoltoso. Ma può darsi che non manchino giovani interessanti che facciano al caso nostro”.

CONGERTON E IL RECRUITMENT. Head of Senior Recruitment, questa la carica in cui in UK il cimro più famoso di Bergamo e provincia ha sempre operato: “Più che l’aspetto finanziario importa la mentalità: all’Atalanta servono giocatori da ‘mola mìa’, come dicono i bergamaschi, da ‘never give up’. Il mercato è difficile comunque. Premier League o no, il calcio rimane sempre lo stesso: ho lavorato anche in Germania e in Scozia al Chelsea con Ancelotti: mi piacciono i giovani, i giocatori orgogliosi di giocare per i nostri colori”.

CONGERTON E L’ACADEMY. Congerton si muoverà in base a standard già abbastanza precisi: “Il settore giovanile è la base, l’Atalanta ha già dei top talent nella sua Academy. Puntiamo comunque in genere sui giocatori italiani. Voglio aiutare l’Atalanta a fare un’ulteriore step per tornare in Europa”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Arctos sports partners

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Che tu sia un dipendente pubblico del settore pubblico o privato, lavoratori autonomi, artigiani, commercianti, lavori in qualsiasi settore di..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Gosens aveva difeso il Papu. Aspettavano solo l'offerta giusta per cederlo"

Altro da News