Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Nessuna crisi del settimo anno”

Gasperini atalanta

Il tecnico: “Ero pronto a lasciare, se la società avesse voluto, ma la gente mi ha trattenuto. Qui si può lavorare bene”

Si è detto e scritto tanto del futuro di Gian Piero Gasperini a Bergamo, ma spesso le voci restano tali e così, domani il tecnico di Grugliasco inizierà la sua settima stagione alla guida dell’Atalanta e promette che la proverbiale crisi è più che mai lontana: “L’entusiasmo è lo stesso e viene dalla voglia di dare all’Atalanta nuove prospettive. Non c’è nessuna crisi del settimo anno. Con i Percassi c’è un rapporto reciproco di stima e gratitudine che non mancherà mai. Ho anche detto loro che forse ero io quello che sarebbe dovuto andare via ma non hanno voluto assolutamente accettare la soluzione – ha detto alla Gazzetta dello Sport -. Ora ci unisce lo slancio per ripartire. L’ingresso degli investitori americani per me è stata a una grande emozione, per loro un’occasione fantastica. Aver fatto conoscere l’Atalanta nel mondo, fino a Boston, grazie alla squadra, è stato un percorso fantastico“.

Gian Piero Gasperini e un rapporto speciale con Bergamo.

Se sono ancora qui è per il forte legame con la città. Durante l’ultima partita con l’Empoli, ho percepito forte la richiesta della gente di rimanere a Bergamo – ha aggiunto -. Questa cosa ha condizionato le scelte, perché io ero veramente pronto a lasciare, se la società avesse voluto. Questo affetto e questa fiducia mi hanno trattenuto. Il mio impegno sarà moltiplicato per ricambiare. Sono rimasto perché sono convinto che a Bergamo ci siano le condizioni per lavorare bene insieme e per costruire qualcosa che rafforzi ancora di più l’orgoglio di appartenenza. Ma l’unione dev’essere fondata sui valori, non sui risultati. Ora dobbiamo fare la squadra, cominciare a giocare e poi vedere. L’ambizione ce l’abbiamo tutti, ma Bergamo non può gonfiarsi la bocca dicendo di tornare in Champions, altrimenti non è più Bergamo“.

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News