Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Auguri a Mattiello, l’eterno parcheggiato

mattiello

Spegne oggi 27 candeline l’esterno toscano, cartellino nerazzurro ormai da più di 4 anni e mezzo: i due infortuni, i giri in prestito infiniti

Nel 2018 e nel 2021 nominalmente aveva preso parte al precampionato. E adesso? La scadenza del contratto è il 30 giugno 2023. 88 match e 1 gol, azzurro dall’Under 16 all’Under 20, titolo, coppa e supercoppa Under 19 (2013) in bianconero, ma poca trippa da senior. Federico Mattiello, il festeggiato dell’Atalanta di oggi coi suoi 27 anni pieni di rimpianti almeno quanto gli infortuni gravissimi, è in esubero perché non fa parte della rosa. E oltre a quella del genetliaco, che cade appunto il 14 luglio, la vicenda personale e sportiva dell’esterno nativo di Barga è segnata da un paio di date che ne hanno condizionato la carriera ad alti livelli: la frattura scomposta di tibia e perone l’8 marzo 2015 nello scontro col romanista Nainggolan e la sorellina composta il 25 ottobre 2016 in allenamento, quando vestiva la maglia del Chievo.

MATTIELLO, L’ETERNO PARCHEGGIATO. Niente gare ufficiali in nerazzurro per Mattiello, tennista fino ai 14 anni e quindi calciatore compiendo una grande scalata nei settori giovanili con Valdottavo, Lucchese e Juventus, club che ne avrebbe poi ceduto il cartellino a Zingonia il 31 gennaio 2018 quand’era in prestito alla Spal. Lasciato lì fino al termine della stagione, il parcheggiato eterno pur senza infortunarsi nuovamente è sempre stato piazzato altrove da Gian Piero Gasperini: Bologna, patria dell’unico gol da professionista aprendo il 2-0 alla Roma il 23 settembre, Cagliari, Spezia da sostanziale accompagnatore di Roberto Piccoli nel 2020-2021 e dallo scorso gennaio Alessandria da compagno del canterano Gabriel Lunetta. In realtà un referto atalantino c’è, il 12 dicembre 2021, un’oretta sulla prediletta fascia sinistra, lui destrìpede (ma se la cava bene anche col mancino), nel poker casalingo della Primavera al Pescara. Tanti auguri.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News