Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Palomino positivo, cos’è il Clostebol e cosa rischia il difensore

Sostanza usata per curare abrasioni, ulcere cutanee e ragadi per favorirne la cicatrizzazione grazie all’effetto anabolizzante

Il Clostebol, la sostanza proibita a cui è risultato positivo Palomino, è uno steroide anabolizzante: tra i suoi usi, il Clostebol può essere utilizzato all’interno di creme per uso topico, in particolare per la rigenerazione del tessuto cutaneo. In particolare, come riferisce CalcioeFinanza.it, viene utilizzato per curare abrasioni, ulcere cutanee e ragadi con l’obiettivo di favorirne la cicatrizzazione grazie all’effetto anabolizzante.

L’articolo 2.1, riguardante la “Presenza di una sostanza proibita o dei suoi metaboliti o markers nel campione biologico di un Atleta”, recita in particolare: “È responsabilità personale dell’Atleta assicurarsi di non assumere alcuna sostanza proibita. Gli Atleti sono responsabili di qualsiasi sostanza proibita o dei suoi metaboliti o markers siano riscontrati nei propri campioni biologici. Di conseguenza, ai fini dell’accertamento della violazione dell’articolo 2.1 non è necessario dimostrare il dolo, la colpa, la negligenza o l’uso consapevole da parte dell’Atleta”.

L’articolo 2.2 riguarda “Uso o Tentato Uso da parte di un Atleta di una sostanza o di un metodo proibiti”, recita in particolare: “È responsabilità personale dell’Atleta assicurarsi di non assumere alcuna sostanza proibita o di non ricorrere ad alcun metodo proibito. Di conseguenza, ai fini dell’accertamento della violazione di cui all’articolo 2.2 non è necessario dimostrare il dolo, la colpa, la negligenza o l’uso consapevole da parte dell’Atleta”.

Per quanto riguarda la squalifica,” a meno che non siano soddisfatte le condizioni per l’annullamento, la riduzione o la sospensione della squalifica”, la durata dello stop sarà di quattro anni se la violazione delle norme antidoping non riguarda una Sostanza Specificata o Metodo Specificato, salvo il caso in cui l’Atleta o l’altra Persona siano in grado di dimostrare che la violazione non sia intenzionale, oppure se la violazione delle norme antidoping riguarda una Sostanza Specificata o Metodo Specificato e NADO Italia sia in grado di dimostrare che la violazione è intenzionale. Se invece non viene dimostrata l’intenzionalità, la squalifica sarà di due anni.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News