Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Grande gioia per la Primavera, vinto il Memorial Cairo

I ragazzi di Fioretto hanno trionfato ad Alessandria: battuto il Milan dopo i calci di rigore

Gioia immensa per la Primavera di Marco Fioretto, che alla prima partecipazione del club nella sua storia al Memorial Mamma e Papà Cairo l’Atalanta scrive subito il suo nome nell’albo d’oro. Decisiva la vittoria ai calci di rigore sul Milan dopo l’1-1 maturato nel primo tempo con botta e risposta, nel giro di 6′, tra due fuoriquota classe 2003: El Hilali per i rossoneri, Adi Fisic per la Dea.

Il tutto con la squadra allenata da Abate in dieci già dal secondo minuto per un’ingenuità molto grave di Eletu, ma ugualmente in grado di tenere botta, pur di fronte a un’avversaria molto manovriera e coraggiosa: molte occasioni, le due squadre vicine al raddoppio anche nella ripresa, con i due portieri protagonisti. Alla lotteria finale nessun errore per la futura vincitrice: tutti in gol, nell’ordine, Muhameti, Vitucci, Chiwisa, Guerini e Perez. Per il Milan reti di Longhi (bergamasco di Treviglio), Gala, Perrucci, Bartesaghi, al quinto tiro l’errore, decisivo, di Marshage.

SORRIDE FIORETTO  In tutto questo indicazioni davvero interessanti per il tecnico mantovano, che sta lavorando con un gruppo molto variegato, in cui spicca anche la sorpresa del sotto leva Riccio, play classe 2006 che ha gestito palla con sagacia rara per un ragazzino che ha appena compiuto 16 anni. Lo stato delle cose, per quanto si tratti sempre di avvisaglie precampionato, è ben più positivo di quanto chiunque si potesse aspettare a bocce ferme. Sorrisi e indizi positivi, che aiuteranno a prepararsi al meglio al debutto in campionato, programmato domenica 21 agosto sul campo dell’Empoli.

TERZO POSTO ALLA JUVE  Nella “finalina” vittoria della Juventus, 3-1 nel derby con il ToroYildiz, Mbangula e Anghelé per la Signora, il cipriota Savva per i granata.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News