Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Mestalla caldo, come gli spagnoli: 879 giorni dopo è cambiato tutto

Non solo il risultato, sfavorevole ai nerazzurri, ma anche l’atmosfera sugli spalti, con la banda che ha allietato il pubblico per tutta la gara

Due anni e mezzo dopo, uno scenario completamente diverso si è palesato davanti agli occhi degli oltre 150 atalantini ieri al Mestalla, che quel 10 marzo 2020 erano stati costretti ad ammirare il poker di Ilicic dalla televisione a causa del Covid.

Scorre la storia nel letto del torrente Mestalla, che dà il nome allo stadio più antico di Spagna, come ricorda L’Eco di Bergamo: costruita nel 1923, questa bombonera monumento da 50 mila posti, con le gradinate ripidissime, si appresta a celebrare il centenario. Per il Nuevo Mestalla invece è ancora tutto fermo: i lavori sono fermi dal 2009 per mancanza di fondi e riprenderanno alla fine del 2022, con progetto riveduto e corretto e capienza ridotta da 70 mila a 50 mila posti.

Sui muri esterni, una serie di gigantografie racconta i fasti della squadra più titolata di Spagna dopo Real, Barça e Atletico Madrid. Un angolo speciale è riservato al 2004: Liga e Coppa Uefa con Rafa Benitez, Supercoppa europea con Claudio Ranieri e primo posto a fine anno nel ranking Fifa per le squadre di club. Oggi il Valencia è più una squadra da centroclassifica, lo scorso anno ha chiuso al nono posto, con pochi  soldi da spendere sul mercato. Ma la fame di calcio internazionale non è sopita nei suoi abitanti, già in coda per i biglietti alle 11 di mattina del giorno della gara. Alle cinque della sera, il popolo di Valencia lascia la playa per raggiungere in massa il suo stadio. Tante le famiglie con bambini. Per entrambe le squadre, ieri sera, è iniziata una nuova storia, tutta da scrivere.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News