Resta in contatto

Approfondimenti

Calciomercato in ritardo: a Marassi un’Atalanta incompleta

d'amico atalanta

Operazioni estive molto a rilento per i nerazzurri, costretti a iniziare sabato il campionato a Marassi contro la Sampdoria privi di almeno due tasselli: la terza punta e il mancino

Stavolta la campagna estiva è passata in sordina. Al netto del riscatto di Merih Demiral, comunque infortunato, e del doppio innesto Ederson-Ademola Lookman dalla cintola in su, il calciomercato dell’Atalanta fin qui lascia all’allenatore Gian Piero Gasperini una squadra mancante di due elementi di rinforzo considerati imprescindibili: il mancino di fascia destinato a raccogliere l’eredità di Robin Gosens, dilemma apertosi a gennaio con la cessione del tedesco all’Inter, e la prima punta numero tre che a meno di contrordini e sorpresone dell’ultim’ora non sarà Andrea Pinamonti, destinato al Sassuolo che sta cedendo Giacomo Raspadori al Napoli.

ATALANTA IN RITARDO. Sfumato Nuno Tavares dell’Arsenal per il malvezzo di voler dettare le condizioni a un club che fin dal primo istante aveva precisato che l’avrebbe ceduto soltanto in prestito secco, con tante grazie dal Marsiglia che se l’è portato a casa, a sinistra sarebbe rimasto Fabiano Parisi, 2000 dell’Empoli del quale però si dubita un po’ che possa alzare l’asticella della qualità. Davanti, come terzo centravanti alle spalle del doble colombiano Luis Muriel-Duvan Zapata, non c’è nemmeno più il promettente 2003 Moustapha Cisse, parcheggiato al Pisa fino alla prossima primavera. Il chiacchierato diciannovenne Adam Karabec dello Sparta Praga sarebbe l’ennesimo trequartista (Pasalic, Malinovskyi ed Ederson, dove metterli?). E allora?

DAL CALCIOMERCATO A MARASSI. La formazione-tipo, del resto, non esiste ancora, nonostante alcune scelte mirate dell’uomo in panchina, che ha piazzato Caleb Okoli da perno per la doppia assenza del lungodegente turco e del sospeso (dall’antidoping) José Palomino e inserito stabilmente in mediana il difensore d’origine Giorgio Scalvini. Remo Freuler resterà in bilico fino al termine della sessione, a meno che il Nottingham Forest s’impunti sulla formula dell’obbligo di riscatto condizionato alla salvezza. Ma il ribaltamento di alcuni ruoli, non ultimo Marten de Roon dietro, da terzo di destra o di sinistra, dal passo lento al pari del capitano usurato Rafael Toloi.

43 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

43 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Approfondimenti