Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Primavera sconfitta a Empoli, non basta una ripresa nella metà campo avversaria

La prima di Fioretto in Under 19 ha visto la sconfitta sul campo dell’Empoli

Anno nuovo, problemi vecchi, si potrebbe dire. Fino allo scorso gennaio, quando poi fu possibile il tesseramento di Moustapha Cissè, la Primavera nerazzurra sembrava palesare la mancanza di un vero realizzatore da doppia cifra negli ultimi sedici metri. Al di là dei possibili pareri sul potenziale realizzativo degli attaccanti, peraltro ancora tutti da vedere visto che la maggior parte di loro si approccia ora alla categoria per la prima volta, ad Empoli oggi pomeriggio (vittoria per 2-1 dei padroni di casa) si è vista un’Atalanta molto manovriera, soprattutto nel secondo tempo, portata a cercare il controllo del gioco a livello di possesso della palla. Il gol, però, è arrivato da un errore avversario, e a onor del vero non si è visto nemmeno l’assalto all’arma bianca alla ricerca del pari nel finale, gestito forse non con grandissima lucidità. Le occasioni, ad ogni modo, non sono mancate nell’arco del match, soprattutto con capitan De Nipoti, pronto a riscattare sul campo lo sfortunato infortunio al piede che lo aveva costretto a un lungo stop nei primi mesi del 2022.

Va aggiungo, ovviamente, che di fronte c’era un buon avversario, partente già da una discreta base e rinforzato dal mercato tramite gli innesti di Seck (Fiorentina) e del portoghese Herculano. Quella toscana è, d’altra parte, società sempre super attenta allo sviluppo del settore giovanile, con veri e propri progetti confezionati anche in chiave prima squadra ai propri talenti più interessanti, come dimostrano i recenti casi di Viti e Asllani, peraltro già “sostituti” in rosa da altri elementi classe 2003 provenienti dall’Under 19 che faranno stabilmente parte del gruppo in dote a mister Zanetti.

NOTE POSITIVE  Tra gli aspetti ridenti della gara di oggi a Bergamo si porterà, tra i singoli, soprattutto l’ottima prova di Endri Muhameti, fresco di contratto da professionista e tra i più attesi in vista della stagione che verrà. Dietro molto attento Guerini, anche lui voglioso di rivalsa dopo tanta infermeria nel corso della passata stagione. Scalpita anche Leo Vitucci, tornato al gol dopo ben 9 mesi e un periodo non facile passato tra Under 17 e 18: può essere una risorsa importante là davanti. Nota a margine per il debutto di un sotto età, il play classe 2006 Lorenzo Riccio, figlio d’arte. Il padre, ex Sassuolo e Piacenza tra le altre, è lo storico vice di Rino Gattuso, che ora sta seguendo nell’avventura di Valencia. Difficile il padre abbia visto la partita, essendo il Che impegnato alle 17:30 a Bilbao, ma un motivo per sorridere, al di là del risultato, in famiglia ci sarà comunque.

IL CALDO, SCELTA INFELICE  Chiosa polemica. Il 22 luglio scorso il presidente della Lega di Serie A Lorenzo Casini si disse preoccupato dalle temperature torride che hanno attanagliato l’Italia nel corso dell’ultima estate, sottolineando come: “Con leventuale persistenza delle attuali temperature renderebbe difficile cominciare a giocare il 13 agosto”. Lo spostamento del campionato non sarebbe ovviamente stato possibile, come sottolineato qualche ora dopo dal presidente federale Gravina, ma si valutò seriamente di spostare tutte le gare alle 20:$5, per favorire ai calciatori un accesso a temperature leggermente più spendibili per una partita di alto livello. Per il Campionato Primavera, invece, nessuno è sembrato preoccuparsi: in questi tre giorni si è giocato ad ogni ora possibile, dalle 11 alle 18:30, toccando anche fasce orari più lontane da ogni tipo di buonsenso. Se dello spettacolo non importava a nessuno, forse, si è sottovalutata anche la salute degli atleti…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News