Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Domani test con la Pro Patria, che viaggia in zona playoff

In rosa anche tre bergamaschi: i Boffelli e Lombardoni e l’attaccante Castelli

Domani pomeriggio a Zingonia si assisterà, con tutto il rispetto per le compagini di Serie D affrontate nel corso delle settimane passate, a un test infrasettimanale di livello più importante rispetto al solito per l’Atalanta. Come noto da un paio di giorni, infatti, a fronteggiare la banda di Gian Piero Gasperini (calcio d’inizio alle 15:30) sarà la Pro Patria, formazione militante nel girone A del campionato di Serie C e al momento in piena zona playoff. Scopriamo un po’ più nel dettaglio le principali caratteristiche del club bustocco.

UNA GUIDA SUDAMERICANA  Dopo il mancato aggancio ai playoff, seppur di poco, della passata stagione da parte dei Tigrotti, la presidentessa Patrizia Testa, tornata alla guida del club a sorpresa in estate dopo aver venduto le proprie azioni al consorzio napoletano Sgai solo lo scorso novembre, ha scelto di affidare la panchina al cileno Jorge Vargas. Ormai molto legato all’Italia, i calciofili più attenti lo ricorderanno come difensore con le maglie, tra le altre, di Livorno e Reggina, di cui vestì anche la fascia di capitano, a inizio anni 2000. E’ rimasto particolarmente legato al capoluogo calabrese, in cui ha scelto di vivere una volta conclusa la carriera, allenando anche la formazione Berretti qualche anno fa.

Dopo un anno senza panchina ha trovato la prima occasione da capo allenatore nel professionismo, e al momento le risposte sono state più che buone: una sola sconfitta in 5 gare e, soprattutto, uno “scalpo” d’élite ai danni della Feralpi Salò del bergamasco Stefano Vecchi, giudicata dagli addetti ai lavori come una delle favorite per la promozione a fine anno calcistico. Il sistema di gioco prediletto da Vargas è, almeno per quanto mostrato finora, il 3-5-2, in continuità con quanto già era stato nelle stagioni precedenti con Prima e, prima ancora, Ivan Javorcic, centrocampista dell’Atalanta senza mai esordire nel 2002/03 e oggi brillante tecnico, al momento in B alla guida del Venezia.

Pur senza obiettivi di classifica dichiaratamente importanti, l’impressione è quella di una squadra in grado di dare fastidio a tutti, come confermato dalle prime evoluzioni della stagione. Tra le mission della società, se possibile, c’è quella di valorizzare i calciatori calciatori più giovani, come capitato nella passata stagione al cursore destro Pierozzi (scuola Fiorentina) e al portiere Elia Caprile, ora titolari in piazze importanti come Reggio Calabria e Bari. Proprio Caprile ha, peraltro, fatto il proprio esordio in Under 21 nella giornata di ieri.

DUE BERGAMASCHI IN ROSA  Fanno parte del roster, peraltro con un ruolo tutt’altro che secondario, anche tre calciatori bergamaschi: il centrali difensivi Andrea Boffelli, originario di Sarnico, Manuel Lombardoni (Villa di Serio) e l’attaccante di Clusone Davide Castelli. Se il primo ha svolto tutta la trafila nell’Atalanta, concludendo il proprio percorso con i canonici due anni di Primavera, gli ultimi due, pur essendo nati e cresciuti in territorio orobico, non hanno calcato i campi del settore giovanile di Zingonia in tenera età.

Sono, invece, cresciuti rispettivamente sotto l’egida di Virtus Bergamo e Albinoleffe, per poi trovare lo step successivo altrove: all’Inter (3 Scudetti, di cui uno da capitano) il primo, in Spagna al Villarreal il secondo, peraltro nell’ambito di un trasferimento che vide l’Albinoleffe incassare solo i 160mila euro del training compensation, non essendo il ragazzo, all’epoca minorenne, dotato di contratto da professionista. Tutti e tre sono da tempo in maglia biancoblù da più di due stagioni e sono contraddistinti da un’età Under 25: nonostante non siano più dei ragazzini, in qualche modo, il sogno di un  eventuale salto di categoria sarà sempre vivo. Il pass perchè ciò accada? Ovviamente una grande stagione della Pro. Prima, però, si godranno la passerella di domani, magari sperando di ottenere la maglietta da qualche giocatore che vedono abitualmente in televisione.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti