Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ex Atalanta, ancora Ilicic: “In Italia ho giocato gare importanti ma ricomincio da zero”

L’ex fantasista sloveno dell’Atalanta ha parlato in conferenza stampa alla presentazione con il Maribor

“Prima di tutto vorrei ringraziare tutti. Questo è un giorno speciale per me. Una persona gioca a calcio per vivere queste emozioni, ecco perché sono tornato. Sono tornato io stesso per lasciare un segno in questo club”: così inizia il discorso in conferenza stampa di Josip Ilicic, al Maribor fino al 2025.

AMBIZIONI. “Sono tornato a Maribor per riportare i tifosi allo stadio. Pochi club possono vantarsi di avere un pubblico così, anche all’estero”.

STATO FISICO E MENTALE. “È difficile rispondere, non so dire quando sarò al meglio. Avevo bisogno di tornare a casa, ho fatto il pieno di Paesi stranieri. Sapevo che c’era un solo club in cui sarei tornato in Slovenia, ed era il Maribor. Per quanto riguarda la forma fisica, credo e spero di riprendere il ritmo giusto il prima possibile. Ho bisogno del mio tempo. Non mi piace avere fretta. vado piano piano. Sto conoscendo prima la squadra, credo che non avrò problemi ad adattarmi. Conosco già l’atmosfera. Spero di poter aiutare questa squadra il più possibile. Questo è il club più grande della Slovenia, il supporto arriverà sempre”.

TIFOSI. “Era mio grande desiderio tornare qui per ripagare, hanno fatto tanto per me. Senza questo club non avrei avuto una carriera del genere. Non è ancora finita, è solo la seconda parte della mia carriera. I bei momenti arriveranno”.

DALL’ATALANTA. “Farò del mio meglio. Ho giocato alcune partite importanti. Inizierò da “zero” qui. Ora qui sono un nuovo giocatore che vuole ottenere qualcosa, un po’ come ho iniziato 12 anni fa”.

COME IN PASSATO. “Ero giovane ma in quel momento ho iniziato a capire cosa significa il Maribor in Slovenia. Maribor rappresenta molto nel mondo del calcio. Con il mio arrivo molti italiani seguiranno il calcio sloveno”.

NAZIONALE.Se sarò in grado, se avranno bisogno di me… Sono sempre aperto a tutto, mi piace aiutare. Non ci penso in questo momento, penso all’allenamento di domani. Ma sono contento dei risultati che sta ottenendo la Nazionale. Questo è positivo per il calcio sloveno nel suo insieme”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News