Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Focus sul Brusaporto, in panchina guida Filippo Carobbio

Nel precampionato ha già affrontato l’Atalanta, milita nel girone B del campionato di Serie D

Nel test in scena oggi pomeriggio al “Bortolotti” lo sparring partner di turno sarà il Brusaporto, formazione militante nel girone B del campionato di Serie D. Torna quindi, dopo Sporting Francavilla e Villa Valle, una formazione di carattere semi-professionistico ad impegnare il mercoledì degli uomini di Gian Piero Gasperini, in preparazione della gara in programma domenica alla Dacia Arena di Udine.

In panchina, il tecnico di Grugliasco, si frapporrà a Filippo Carobbio, suo ex giocatore per qualche mese ai tempi del Genoa, nel 2007. L’ex centrocampista, bergamasco doc di Nembro, è alla terza stagione di fila sulla panchina gialloblù, con risultati più che discreti raccolti nel percorso, con la passata stagione chiusa addirittura in quarta posizione. Nell’attuale torneo, dopo cinque gare disputate, sono stati 7 i punti conquistati, che consentono al momento un piazzamento al settimo posto in classifica.

LA ROSA Tra i giocatori da seguire con maggiore attenzione spicca l’ultimo acquisto Alberti, attaccante ex Pisa con all’attivo anche una presenza in B due stagioni fa. Arrivato un mesetto fa circa, ha avuto bisogno di pochi minuti per bagnare subito con un gol l’esordio da subentrante contro la Varesina. Un passato con qualche presenza al piano superiore anche per altri elementi, soprattutto di vivaio Albinoleffe. E’ arrivato soprattutto per ovviare alla rescissione dei giorni scorsi del romeno Padurariu, giunto con grandi aspettative ma poi costretto alla rescissione per via dei continui guai fisici.

In un gruppo contraddistinto da un’età media discretamente bene spicca l’esperienza, al centro della difesa, di capitan Suardi, elemento con più di dieci anni di battaglia nella categoria. Capocannoniere stagionale, al momento, è la mezzala dall’inserimento facile Forlani, a quota 2 e pronto a rincorrere le sette segnature messe a referto nel 2021/22. Il sistema di gioco di riferimento della squadra è, almeno per il momento, un 4-3-3. Occhio anche alla fantasia del giovane Tirelli, jolly offensivo spendibile in vari ruoli e con un passato anche nella Primavera della Fiorentina

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti