Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Penna in trasferta – Rizzi (CalcioUdinese.it): “Udinese con sacrificio e forza di volontà”

deulofeu fiorentina udinese

Il giornalista che segue da vicino le vicende dei bianconeri ci aiuta a capire meglio che aria tira attorno alla squadra di Sottil

Domenica sarà il gran giorno di Udinese-Atalanta, con i bianconeri che hanno impattato positivamente sul nuovo campionato. Con Stefano Rizzi di CalcioUdinese.it proviamo a capire che aria tira fra i friulani.

Che Udinese dobbiamo aspettarci contro l’Atalanta?
“L’Udinese cercherà fin da subito di attaccare, di prendere il controllo del gioco senza lasciare spazi all’Atalanta. Il gioco di Sottil consiste proprio in questo: essere aggressivi dal primo minuto e avere in mano il gioco. L’unico problema sarà non sbilanciarsi troppo per evitare di subire gol, come avvenuto lunedì sera contro il Verona”.

In molti paragonano l’Udinese di oggi con l’Atalanta di un paio di stagioni fa. Quali sono le similitudini fra le due squadre?
“La grinta di entrambe. Come l’Atalanta di qualche anno fa, l’Udinese scende in campo senza aver paura di nessuno, nemmeno se sulla carta si trova sfavorita. Inoltre, sono entrambe formazioni composte da calciatori molto giovani, questo significa che l’intensità e il pressing restano alti per tutti i novanta minuti”.

Quali sono i punti di forza dell’Udinese di quest’anno?
“Il sacrificio e la forza di volontà sono i veri punti di forza di questa squadra. Fra i giocatori non dominano gli individualismi, ma sono tutti pronti a sacrificarsi per i compagni. Per fare un esempio, basta vedere Pereyra e Deulofeu, entrambi con una grandissima carriera alle spalle ma che non ci pensano due volte a scendere fino alla propria area di rigore per aiutare in fase difensiva”.

Come potrebbe schierarsi l’Udinese domenica?
“Le formazioni di Sottil sono sempre una vera e propria sorpresa. Contro l’Hellas Verona, Sottil ha stupito tutti lasciando in panchina Beto e facendo partire Success dal primo minuto. In fase difensiva non credo ci siano sorprese con la solita difesa a tre composta da Perez, Bijol e Becao davanti a Silvestri. Il centrocampo a cinque dovrebbe essere formato da Udogie, Makengo Walace, Lovric e Pereyra. Forse il tecnico bianconero potrebbe inserire Arslan al posto dello sloveno già dal primo minuto ma bisognerà aspettare almeno la rifinitura di sabato per saperne di più. In attacco ritengo che la coppia sarà Deulofeu-Beto perché il portoghese è troppo importante in area di rigore”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario