Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “L’Atalanta mi ha cambiato la vita, guardiamo sempre avanti!”

Atalanta-Bayer Leverkusen

Il tecnico dell’Atalanta ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani (ore 15,00) con l’Udinese

“Quante ne voglio fare? Tantissime (ride, ndr). Il record di panchine è una storia bellissima, l’Atalanta mi ha cambiato la vita. Il record me lo porto dentro, ne sono particolarmente orgoglioso. Far parte di questa società a tutti gli effetti, anche se già mi sentivo dentro. Quando son partito non sapevamo quale potesse essere la storia, devo ringraziare tutti quanti per questi anni così belli, dal Presidente al pubblico. Adesso guardiamo avanti, fino ad ora è sempre stato qualcosa in crescendo, non sappiamo dove possiamo andare. La stagione è partita bene, domani la partita è bella da giocare. Stiamo cercando di dare una nuova fisionomia alla squadra, abbiamo sempre tanti obiettivi da raggiungere, questo è il bello del nostro mestiere. Poter guardare avanti”.

“Udinese nuova Atalanta? Effettivamente c’è del vero, loro sono un punto dietro a noi ma godono di una considerazione superiore alla nostra… se la sono conquistata in campo. Nel modo in cui ha vinto, contro squadre importanti come Inter e Roma. Noi siamo davanti ma sappiamo benissimo che tipo di squadra sono, dobbiamo crescere in autostima e consensi di gioco, anche perchè con i risultati è quasi impossibile fare meglio”.

“Infortunati? Demiral si è allenato tutta la settimana ed è recuperato, Maehle ha avuto un acciacco ma ha già recuperato. Gli altri sono infortuni che conoscete, il più vicino è Djimsiti che martedì potrebbe aggregarsi alla squadra. Sta già facendo bene. Con Duvan vedremo la prossima settimana, per Zappacosta e Toloi si vedrà successivamente. Mi dispiace molto per quest’ultimo, era in un momento straordinario”.

“Difesa a quattro? Stiamo provando tutte le soluzioni, non cambia molto. Anche nella difesa a quattro c’è un utilizzo importante degli esterni anche in proiezione offensiva, così come quando fanno i quinti di centrocampo. Ci mancano tre giocatori importanti dietro, ma sarà una grande occasione di forte crescita per i calciatori forti e giovani che stanno facendo bene. Recuperiamo Demiral, anche Ruggeri sta facendo bene”.

“Boga? E’ a disposizione, l’importante è che si alleni bene e che faccia vedere in allenamento le sue qualità. In questo momento abbiamo trovato, in avanti, delle soluzioni positive con Muriel, Lookman, Malinovskyi, Hojlund. Arriverà il momento anche per lui, ha bisogno di recuperare credibilità e lo farà quando arriveranno le prestazioni”.

35 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

35 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News